Pubblicato il

Posizioni del sonno, quali evitare

Quando arriva l’ora di mettersi a letto, è bene adottare una postura corretta. Ecco i consigli degli esperti

Posizioni migliori
Courtesy of©fizkes/iStock

Mettersi a letto è uno di quei momenti che si attendono con ansia. Dormire permette di ricaricare le batterie e, proprio per questo, è importante trovare la postura giusta che garantisca un sonno ristoratore. Non sempre è facile però. Assumere una posizione sbagliata potrebbe provocare enormi fastidi, sia al fisico che all’umore. Stando a quanto riporta il Daily Mail, in realtà, al fine di riposare serenamente, bisognerebbe fare attenzione a come ci si addormenta. A fare luce sulla questione è stata la rivista Femail che ha svelato quali sono le posizioni migliori da assumere.

Sonno ristoratore, le posizioni migliori

Elina Winnel, sleep coach, ha affermato che bisognerebbe evitare di addormentarsi nella posizione fetale ovvero rannicchiate. Può essere dannoso. “Quello che forse non realizziamo è che stiamo mettendo il nostro corpo in una posizione di combattimento o di fuga”. L’esperta raccomanda dunque di assumere una postura aperta, aiuta a espandere i polmoni permettendo così di fare respiri profondi.

Dormire sul fianco

Il Dott. Ehrlich ritiene che dormire lateralmente, sul fianco, sia una delle posizioni più indicate per addormentarsi. L’importante è prevedere l’uso di un cuscino di supporto per la testa al fine di mantenerla in allineamento con la colonna vertebrale. Meglio se si predilige il lato sinistro: favorisce una migliore digestione.

Dormire a pancia sotto

Dormire sulla pancia è decisamente la peggiore posizione. Mette in tensione i muscoli della testa, del collo e della mascella” – ha svelato il Dott. Ron Ehrlich nel libro “A Life Less Stressed”.

Può anche comportare dei problemi di respirazione” – ha aggiunto Shelby Harris, esperta di medicina del sonno e docente all’Albert Einstein College of Medicine. A suo avviso questa postura comporta una certa pressione su tutto il corpo. A risentirne, in primis, potrebbe essere la schiena: “E’ probabile che al risveglio ti sentirai intorpidito. E’ inoltre possibile accusare dolori muscolari e articolari” –  ha detto.

Dormire di schiena

Molti esperti vedono nella posizione supina la migliore scelta per addormentarsi. A confermarlo è stato anche il Dott. Mark T. Brown. Ha infatti rivelato al Chicago Tribune che questa postura permette a testa, collo e colonna vertebrale di non subire pressioni. “Così facendo è possibile fornire riposo a spalle e schiena oltre a ridurre il reflusso gastrico”.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag