Pubblicato il

Estate torrida, attenzione al colpo di calore nei bambini

Come riconoscere, affrontare ed evitare il colpo di calore nei bambini in questo periodo estivo, caratterizzato da alte temperature

colpo di calore
istockphoto.com

IL COLPO DI CALORE

L’estate è una stagione bellissima, ma la sovraesposizione al sole e alle alte temperature può provocare un colpo di calore. Da adulti è possibile riconoscere i segnali di allarme, mentre i bambini spesso non riescono a comunicarlo. È quindi molto importante essere estremamente consapevole dei sintomi rivelatori.
Conosciuto anche come colpo di sole, in parole povere, il colpo di calore si presenta quando una persona si surriscalda. Di solito a causa di una prolungata esposizione alle alte temperature. Si verifica solitamente quando la temperatura corporea raggiunge o supera i 38C, ma a volte anche meno. Durante il colpo di calore, cervello, cuore, reni e muscoli sono tutti a rischio di danni. È una condizione potenzialmente pericolosa per la vita e richiede un trattamento di emergenza.

I SINTOMI DEL COLPO DI CALORE

I sintomi negli adulti comprendono un’alta temperatura corporea e un cambiamento dello stato mentale. Ad esempio confusione, sonnolenza, disturbi del linguaggio, irritabilità, delirio, etc. Possono anche manifestarsi convulsioni, nausea o vomito, perdita di coscienza, mal di testa, respiro rapido e pelle arrossata. I bambini e i bambini piccoli possono diventare più irrequieti e irritabili. Altri sintomi includono il diventare sonnolento e floscio, pallore, sudorazione o viscosità, un ritmo cardiaco e respirazione accelerati, vertigini, svenimento, crampi muscolari, sete intensa, nausea e vomito. Può infine verificarsi anche l’eruzione di calore, un ammasso rosso di brufoli o piccole vescicole. Di solito compaiono sul collo e nella parte superiore del torace, nell’inguine e nelle pieghe del gomito.

COME INTERVENIRE

Se sospettiamo un colpo di calore, è bene consultare immediatamente un medico. Nel frattempo, indipendentemente dall’età, se qualcuno mostra i sintomi del colpo di calore, la prima cosa da fare è rinfrescarlo, spostarlo in un luogo fresco, farlo sdraiare e alzare i piedi, dargli molta acqua e rinfrescare la pelle con un impacco freddo o un asciugamano bagnato. Gli eritemi sono spesso innocui e possono trarre benefici dai rimedi offerti dai farmacisti. Il colpo di calore può essere invece più serio e non va sottovalutato. Sarebbe quindi meglio prevenirlo, specialmente nei bambini. Basterà tenerli lontano dal sole, quando fa troppo caldo, in un luogo fresco e assicurarsi che siano ben idratati. Vestiamoli con abiti larghi e freschi e evitiamo di fargli fare troppa attività fisica col caldo. Usiamo sempre la protezione solare resistente all’acqua e al sudore del fattore 50+.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag