Pubblicato il

Mangiare carote allunga la vita

L’alfa carotene contenuto negli ortaggi arancioni è un vero elisir di longevità

carote
istockphotos

Nei mesi estivi se ne sente parlare molto, perché sono correlati all’abbronzatura sana. Ma in nessun momento dell’anno bisognerebbe trascurare i carotenoidi, ovvero quei pigmenti vegetali dalle importanti funzioni nutrizionali. Precursori della Vitamina A, si suddividono in beta-carotene (molto noto) e alfa-carotene, meno noto perché genera più difficilmente la vitamina, ma decisamente più efficace dal punto di vista antiossidante. Un vero elisir di lunga vita. E dove si trova questo alfa carotene? Lo dice il nome stesso: nelle carote.

Carote per una scorpacciata di antiossidanti

Fare incetta di carote è un toccasana per l’organismo. L’alfa-carotene in esse contenuto in abbondanza è infatti un antiossidante potentissimo, tanto che alcuni studi lo correlano alle cure oncologiche e al minore rischio di mortalità per problemi cardiovascolari. L’azione antiossidante è efficace su molteplici aspetti, perché combatte i radicali liberi, molecole dannose che si formano nell’organismo con l’invecchiamento. Ma anche a causa di agenti esterni come stress, fumo, eccessiva esposizione al sole, additivi chimici, inquinamento.

Ma come consumare le carote per fare incetta di alfa-carotene (ma anche beta-carotene e licopene)? Sicuramente, sgranocchiandole crude. La cottura riduce moltissimo le sostanze benefiche. Come pinzimonio, in insalata. Grattugiate dentro a involtini freschi di verdura, oppure messe nello yogurt bianco. Farete in questo modo anche una buona scorpacciata di fibre. In alternativa, centrifugatene il succo: in questo modo consumerete anche 4 o 5 carote in una volta, magari con una goccia di succo di limone per aumentare la vitamina C, altro componente abbondante e importante. Tuttavia, considerate che i carotenoidi sono contenuti in molti altri ortaggi, facilissimi da riconoscere: si tratta di tutta la frutta e la verdura arancione, gialla e rossa. Dunque il melone, le pesche, i peperoni, le albicocche. Mentre nei mesi invernali la zucca, le patate dolci, il mandarino. Inoltre, anche l’olio di carota è ricco di sostanze benefiche.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie Beauty, FoodTag