Pubblicato il

Bucce di mela, l’elisir che non ti aspetti

Numerose ricerche dimostrano che le bucce di mela sono moto più di uno scarto. Sono ricchissime di sostanze dalle proprietà benefiche per l’organismo

bucce di mela
Glayan-istock

Spesso siamo abituati a trattare le bucce di mela come fossero degli scarti del frutto. Non si potrebbe fare errore più grande. La buccia è, infatti, molto più di un rifiuto da gettare via. Recenti ricerche ne hanno evidenziato le numerose virtù che vanno dalle proprietà antitumorali al contributo nella perdita di peso. Il Daily Mail ha passato in rassegna gli studi più significativi dedicati ai benefici delle bucce di mela che dimostrano quanto possa essere un vero peccato buttarle via.

cibo
Mela rossa e mele verdi

Il segreto dei benefici delle bucce di mela

E’ la nutrizionista Joanna McMillan a svelare il segreto delle bucce di mela. A renderle così ricche di proprietà benefiche è l’elevato contenuto di poliefenoli. Queste sostanze così preziose, che rendono le mele particolarmente salutari, sono, infatti, concentrate principalmente nella buccia. Rimuovendola, dunque, gli effetti benefici del frutto si riducono notevolmente. Per questo è consigliebile non sbucciare mai le mele.

Mele rosse

Bucce di mela elisir di benessere

I polifenoli contenuti nella buccia, infatti, secondo 13 studi i cui risultati sono stati riportati sul Journal of American College Nutrition, svolgerebbero un ruolo importante nella perdita di peso. Sembra, infatti, che riducano l’assorbimento di grassi e carboidrati. Ma non è finita. Un elevato consumo di polifenoli è stato associato ad una riduzione del rischio di sviluppare alcune forme di tumori al seno, alla prostata, al colon rettale e il linfoma non Hodgkin. Numerose ricerche, inoltre, hanno associato i polifenoli ad una buona salute del cuore e del sistema cardiovascolare. Un recente studio giapponese, infine, ha evidenziato i benefici delle bucce di mela contro l’osteoartrosi. I test sugli animali hanno mostrato come alcuni polifenoli, soprattutto la procianidina polifenolica, contribuiscano a mantenere pelle e cartilagini sane e come contribuiscano al rallentamento della progressione dell’osteoartrosi. Il prossimo step della ricerca sarà la sperimentazione dei risultati sugli esseri umani.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag