Pubblicato il

Back to work, i cibi che prolungano i benefici delle ferie

Dalle carote al melone: ecco gli alimenti che, secondo il nutrizionista Giorgio Donegani, permettono di prolungare l’effetto vacanza

cibo effetto vacanza
Courtesy of©Milkos/iStock

Come tutte le cose belle, anche le vacanze conoscono la parola fine. Mettere un punto e andare a capo non è facile. Soprattutto se nella mente scorrono ancora quelle immagini, così nitide, dei bagni al mare, delle cene di pesce o delle chiacchierate in piacevole compagnia. Mai disperare perché un rimedio per prolungare il cosiddetto effetto vacanza esiste anche se il contesto domestico, o quello lavorativo, sono decisamente meno stimolanti. Ebbene sì, la cucina può fare miracoli. Cosa mettere nel piatto dunque per sentirsi eternamente in ferie?

Effetto vacanza, come prolungare l’estate

A svelarlo è stato il Dott. Giorgio Donegani, nutrizionista e consulente per l’alimentazione interpellato da Deliveroo, servizio di food delivery che consente di gustare a domicilio i piatti dei propri ristoranti preferiti.

Effetto vacanza: abbronzatura senza fine con il melone

Alcuni alimenti possono prolungare la tintarella nonché rendere più elastica la pelle. Parliamo di cibi freschi e ricchi di acqua come il melone che, essendo ricco di betacarotene, stimola la melatonina favorendo il prolungarsi dell’abbronzatura. O ancora  i peperoni. Sono ricchissimi di vitamina C ergo favoriscono la produzione di collagene. Che dire delle carote? Stimolano la formazione di melanina nella pelle migliorando la sua resistenza ai raggi ultravioletti.

Al fine di non appesantirsi e avvisare quel senso di sonnolenza che, in ufficio non si può assecondare, è meglio rimanere light. Quando si ordina il pranzo dunque vale la pena scegliere piatti a base di cereali e verdure come ad esempio la quinoa, ricca di carboidrati complessi e di proteine vegetali. Se abbinata a verdure e/o legumi è ideale, permette infatti di ottenere un piatto completo dal punto di vista nutrizionale. Presenta la giusta dose di fibre, vitamine e minerali. Ottima scelta anche il pollo, offre un perfetto apporto proteico nonché un basso contenuto di grassi. Ciò lo rende particolarmente digeribile. Per gli amanti del pesce c’è, invece, il polpo che, tra l’altro, è ricco di ferro. Vale la pena associarlo a una fonte di carboidrati complessi e a della verdura.

Effetto vacanza: via libera ai peccati di gola

La prova costume ormai è andata. E’ ora di rilassarsi, ergo niente privazioni. Concedersi qualche piccola golosità, una tantum, non andrà di certo a compromettere la propria forma fisica. I peccati di gola più ricorrenti? Il cioccolato fondente, ovvio. E’ molto più che un antidepressivo. Anche i pistacchi sono molto gettonati. Sono ricchi di grassi buoni di tipo insaturo, proteine vegetali e importanti minerali: assumerli permette di fare il pieno di energia.

Effetto vacanza: la festa è servita.. a domicilio

Il clima di festa si assapora anche una volta fuori dal lavoro. Ovviamente di cucinare non se ne parla. Per ricreare a casa l’effetto vacanza basta invitare un po’ di amici et voilà, la cena è servita … A domicilio ovviamente. Cosa ordinare? Via libera al sushi. Meglio optare per piatti a base di riso (carboidrati complessi) salmone (grassi buoni omega 3 e proteine nobili) e avocado, preziosa fonte di potassio e di acidi grassi.

Sì anche alla carne di manzo, un’ottima fonte di vitamine del gruppo B, soprattutto di B12. Approvata anche la mozzarella, ricca di proteine nobili nonché una buona risorsa per quel che concerne il calcio, minerale essenziale per la salute delle ossa e dei denti.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag