Pubblicato il

Transiberiana italiana, in Abruzzo a bordo di treni storici

Lungo il Parco Nazionale della Majella a bordo delle carrozze d’epoca della Ferrovia Storica Italiana

La Transiberiana d'Italia in Abruzzo
©Abruzzo turismo

Quello della Transiberiana è un mito che ha preso inizia ai primi del Novecento. I quasi 9290 chilometri di rotaie ne fanno la ferrovia più lunga del mondo. Collegano Mosca alle regioni centrali della Siberia fino all’estremo Oriente. Per vivere in dimensioni più ridotte un’esperienza unica si può rimanere in Italia. Per l’esattezza in Abruzzo, dove si può andare a bordo dei treni storici degli Anni Trenta della Transiberiana d’Italia. Si viaggia attraverso panorami mozzafiato, tra le meraviglie del Parco Nazionale della Majella. Partendo da Sulmona e arrivando ad Isernia, in Molise.

Lungo la Transiberiana d’Italia

La linea ferroviaria, costruita nel 1897, si snoda infatti lungo l’Appennino abruzzese e molisano. Deve il suo nome agli incredibili scorci naturali che durante la stagione invernale si tingono di bianco ricordando i tipici paesaggi siberiani. Durante tutto l’anno è possibile effettuare una serie di viaggi turistici a bordo di affascinanti carrozze d’epoca per scoprire i paesaggi lungo la storica linea ferroviaria.

Ci sono diverse realtà da scoprire, come quelle lungo la tratta Sulmona – Pescolanciano che conduce lungo la Valle Peligna e il fianco del Colle Mitra fino a giungere a Palena. La località, che si caratterizza per le sue orchidee, è stata scelta in passato come set cinematografico. Qui sono state girate alcune scene invernali del celebre capolavoro di David Lean, Il Dottor Zivago. Presso l’incantevole scenario dell’Altopiano di Quarto Santa Chiara è possibile effettuare escursioni guidate a piedi o in bici. Oltre che visitare l’Eremo Celestiniano della Madonna dell’Altare.

Abruzzo da scoprire con la Transiberiana

Ci sono poi il Treno degli Antichi Mestieri e il Treno della Transumanza, che vanno da Sulmona a Pescocostanzo. Lungo l’antico tratturo che dal paese conduce ai verdi pascoli si raggiunge l’antico eremo di San Michele. Si tratta di una chiesa rupestre situata ai piedi di una roccia scoscesa che s’affaccia sul Quarto Grande, alle pendici del monte Pizzalto.

Appuntamento con la storia per domenica 16 settembre lungo il percorso completo, quello da Sulmona allo storico capolinea di Isernia, con l’evento Storia della Transiberiana d’Italia. Si toccano Pettorano sul Gizio e si oltrepassano Cansano e Campo di Giove. Si arriva a Palena e si passa per Castel di Sangro superando Roccaraso, per poi scendere tra i boschi del Monte Arazecca fino alla vallata del fiume Sangro. Il viaggio continua in territorio molisano attraverso boschi e tratturi secolari. Il tracciato spettacolare vale da solo vale un viaggio attraverso centri abitati grandi e piccoli dove la storia ha lasciato numerose e pregevoli tracce.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ViaggiTag