Pubblicato il

E’ sempre più difficile dire “ti amo”. Ma perché?

Tutta colpa della nostra “società degli appuntamenti” e del relativo “paradosso della scelta”…

ti amo, coppia, innamorati
iStock

Una di quelle ricerche che ti tocca nel profondo. Un segno tangibile di qualcosa che sta cambiando. Nel profondo. Nel bene e nel male. Perché, secondo quanto sottolineato da un recente studio eHarmony, nelle coppie si impiega più tempo a dire “Ti amo” rispetto a 4 anni fa. Ma perché? Che cosa è successo?

Pensiamo al cinema, il momento della confessione sentimentale era il momento più atteso. Un po’ come nelle favole, che da piccoli ascoltavamo e leggevamo. E si pensava che quelle due parole che avrebbero potuto cambiare la propria vita. E ora? Qualcosa è successo. Forse questo è l’ennesimo frutto della nostra cultura basata su dates e incontri post chat.

Secondo questa ricerca si impiega quasi un mese in più rispetto a quattro anni fa. Analizzando oltre 2.000 adulti, eHarmony ha scoperto che gli inglesi aspettano 137 giorni in una relazione (quattro mesi e mezzo) per dire “ti amo” per la prima volta. Nel 2014, i giorni erano 112. Poco meno di quattro mesi.

La psicologa Emma Kenny è intervenuta in merito. E ha sottolineato che se le app di appuntamenti ci hanno fornito una maggiore gamma di scelta, dall’altra parte è diventato tutto più competitivo. Troppo competitivo. “I single si trovano di fronte a un” paradosso della scelta “, causato dagli appuntamenti online e delle app”. Lo spiega Emma. “Questo può voler dire che le persone hanno paura di correre il rischio e dire” Ti amo “per il timore che farlo troppo presto possa ritorcersi contro e allontanare un partner, anziché cementare la relazione”.

Perché si tarda così tanto a dire “ti amo”? Per paura o per speranza?

Il paradosso della scelta significa essenzialmente pensare che l’erba del vicino sia sempre più verde. Ma se ti dai sempre da fare per ottenere qualcosa di meglio, probabilmente potresti finire con il non ottenere niente. Insomma, forse subentra il pensiero di trovare di meglio. Quello perfetto, come se esistesse. O forse si teme che l’altro, come spesso accade, possa scomparire dopo pochi giorni. Il risultato è lo stesso: dire “ti amo” fa sempre più paura.

“È fondamentale avere coraggio nelle proprie convinzioni quando si confessano i propri sentimenti”, ha detto Kenny. “Se senti che è il momento giusto e sospetti che il sentimento sia reciproco, allora sii audace. Rivelare un amore è una fase necessaria per costruire una stretta connessione a lungo termine”.

Quindi amate, e non abbiate paura. Perché il rischio di rendere il vostro cuore di ghiaccio è sempre più alto. E quando questo non sarà più in grado di battere, non potrete più tornare indietro.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag