Pubblicato il

Una camminata allunga la vita

Secondo un recente studio, camminare riduce notevolmente il rischio di insufficienza cardiaca

camminata
istockphotos

Che camminare faccia bene non è una novità. In particolare, chi conduce una vita sedentaria non dovrebbe esimersi dal fare una passeggiata giornaliera. Sono molti i benefici della camminata, ma un recente studio dell’Università di Buffalo ha sottolineato in particolare un aspetto positivo di questo tipo di movimento. Camminare riduce il rischio di insufficienza cardiaca, specialmente nelle donne in menopausa. La ricerca ha preso in considerazione più di 137.000 persone di età inclusa tra i 50 e i 79 anni. In generale, lo studio ha voluto valutare le condizioni del cuore in relazione all’attività fisica. I risultati, pubblicati online sul Journal of the American College of Cardiology: Heart Failure (JACC-HF), sono i seguenti.

Camminata quotidiana: tanti i benefici

In generale, l’attività fisica reduce il rischio di insufficienza cardiaca del 25%. In particolare, è il volume della gittata cardiaca, ovvero il volume di sangue che viene irrorato ai tessuti periferici, a beneficiarne. In alcuni casi, con l’età o altre patologie legate al sistema cardiocircolatorio (pressione alta, diabete) il cuore diventa una pompa meno efficiente. Ma se si continua a fare attività fisica, si riduce notevolmente il rischio. Lo studio è stato svolto su lungo termine, circa 14 anni di analisi e aggiornamenti costanti sui soggetti esaminati. E’ emerso che più le persone facevano attività fisica, più le condizioni per l’insufficienza cardiaca si riducevano. Dato particolarmente evidente nelle donne in menopausa.

In particolare, chi tutti i giorni faceva dai 30 ai 45 minuti di attività fisica, manteneva significativamente un cuore più sano. Ma i dati hanno suggerito anche che i benefici non corrispondono per forza a sport intensivi. La camminata, semplicemente, sembra essere associata a minor rischio di insufficienza cardiaca, se eseguita tutti i giorni. Ciò dimostrerebbe che non è l’intensità, ma è la costanza nel movimento a mantenere il cuore sano. Insomma, camminare tutti i giorni è un’attività che bisognerebbe fare con costanza, specialmente in età adulta. Fra l’altro, non sottopone il corpo a particolare stress, permette di stare all’aria aperta, di socializzare. Un trattamento di salute preventivo a costo zero, e pieno di benefici.

Le scarpe migliori per camminare? Eccole!

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag