Pubblicato il

Torino, torna la Sindone a Palazzo Madama

E’ stata inaugurata la mostra “La Sindone e la sua immagine. Storia, arte e devozione” in programma a Palazzo Madama fino a gennaio

palazzo madama
iStock

Palazzo Madama ospita il Museo Civico d’Arte Antica di Torino ed è uno dei più antichi ed affascinanti edifici della città. Fondato nel 1863 espone testimonianze architettoniche e di storia dall’età romana al Barocco di Filippo Juvarra. Le raccolte contano oltre 60.000 opere di pittura, scultura e arti decorative dal periodo bizantino all’Ottocento. In occasione della riapertura della restaurata Cappella della Sindone, mirabile opera di Guarino Guarini, Palazzo Madama propone dal fino al 21 gennaio 2019 la mostra “La Sindone e la sua immagine”. 

“La Sindone e la sua immagine” in mostra a Palazzo Madama

L’allestimento, ideato dall’architetto Loredana Iacopino, è ambientato nella Corte Medievale di Palazzo Madama. Si tratta di un suggestivo ambiente fatto edificare da Cristina di Francia nel 1636. Il percorso espositivo ripercorre la storia della Sindone e le diverse funzioni delle immagini che l’hanno riprodotta nel corso di cinque secoli. Ovvero da quando il Sacro Lino fu trasferito da Chambéry a Torino nel 1578, per volere di Emanuele Filiberto di Savoia, fino ad oggi.

La rassegna presenta al pubblico un’ottantina di pezzi provenienti in particolare dal Castello di Racconigi e dalla Fondazione Umberto II e Maria José di Savoia. Oltre che dal Museo della Sindone di Torino e dalle stesse collezioni di Palazzo Madama. Dal Museo della Sindone provengono oggetti come la cassetta che trasportò la reliquia. E la macchina fotografica da campo utilizzata da Secondo Pia, il primo a documentare fotograficamente la Sindone nel 1898. Le raffigurazioni della Sindone sono realizzate in ricordo di Ostensioni avvenute in particolari festività ed eventi politici. Ma anche legate ad avvenimenti storici o lavori di alto livello esecutivo accanto ad altri più popolari.

Scopri di più sulla Sacra Sindone

Le opere in mostra

Si possono ammirare incisioni, disegni e dipinti su carta, su seta o su pergamena, ricami e insegne professionali dove la Sindone è presentata secondo rigidi modelli iconografici. Non mancano però tocchi di fantasia per quel che riguarda l’ambientazione e la decorazione. Nelle scene dipinte sono raffigurati anche diversi personaggi storici, sia ecclesiastici che reali. E oggetti come baldacchini, i simboli della Passione, le ghirlande fiorite, gli oggetti devozionali.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ViaggiTag