Pubblicato il

Mangi senza glutine? Potresti rimanere single

Secondo una ricerca il 40% degli intervistati non accetterebbe un primo appuntamento con qualcuno che mangia senza glutine…

Gluten free, glutine, pane, dieta
iStock

Segui una dieta senza glutine? Attenzione perché potrebbe condizionare la tua vita affettiva. E’ il sorprendente risultato di una ricerca secondo la quale questa scelta alimentare viene considerata, dalla metà dei non coinvolti, come “egoista, esigente e difficile da accontentare”. Mica male.

Quelli che mangiano senza glutine vengono considerati “egoisti e arroganti”

Entriamo nel dettaglio. I ricercatori della Western Connecticut State University hanno chiesto a 161 adulti di uscire con qualcuno “gluten free”. Ebbene, più del 40% delle persone sarebbe riluttante a farlo. Indipendentemente dal fatto che si tratti di intolleranza o meno. Altre 132 persone, invece, hanno preso parte a finti appuntamenti online. Ed è stato chiesto loro di immaginare un primo date con uno di questi.

I risultati, pubblicati sulla rivista Appetite, suggeriscono che il 44% delle persone li percepisce complicati. Circa il 31% si aspetta che questi siano schizzinosi, mentre il 14% li giudica egoisti, esigenti, arroganti e difficili da accontentare. Altri, ancora, li descrivono come lamentosi e critici. Inoltre quasi il 10% ha paura di essere giudicato male per ciò che avrebbero mangiato davanti a loro.

Solo il 6% delle persone, infine, pensa che i no-gluten siano comprensivi e il 3% che siano felici, energici e autodisciplinati. Lo studio ha anche rilevato che coloro che seguono una dieta priva di glutine sono considerati più femminili. Alcuni partecipanti hanno infine affermato che sarebbero stati più comprensivi se una persona avesse escluso il glutine a causa di un’allergia.

Celiachia, cosa è e quanti italiani ne sono affetti

Ma cos’è la celiachia? Si tratta di una malattia permanente su base infiammatoria dell’intestino tenue, caratterizzata dalla distruzione della mucosa di questo tratto intestinale. E’ causata da una reazione autoimmune al glutine, la frazione proteica alcol-solubile di alcuni cereali come il grano, l’orzo, la segale. Molti sono gli alimenti che contengono questi cereali, tra i più diffusi pane, pizza, pasta, biscotti.

La celiachia rappresenta l’intolleranza alimentare più frequente e colpisce circa l’1% della popolazione. E’ stato calcolato che in Italia il numero teorico di celiaci si aggiri intorno ai 600.000 contro i 198.427 ad oggi diagnosticati. La malattia, più frequente tra le donne, conta 59.525 maschi affetti da celiachia rispetto a 138.902 femmine. Molti, però, sono gli italiani che non sanno di essere malati, esattamente 408.000.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag