Pubblicato il

Cocche di papà: il destino (roseo) delle figlie d’arte

Liv Tyler, Georgia May Jegger e Eve Hewson: il “gene” del successo passa da padre a figlia

Georgia May Jagger

A volte seguono la carriera dei loro padri, altre volte sperimentano nuove strade con successo: sono molte le “figlie d’arte” che scelgono di rimanere nel mondo dello spettacolo provando ad eguagliare o addirittura superare le fama dei propri padri.

A cominciare dalle star più affermate come Liv Tyler, figlia di Steve Tyler, leader della rockband degli Aerosmith. Grazie all’aiuto di papà Steven, Liv riesce a varcare le porte di Hollywood prediligendo alla musica rock la carriera di attrice. La fama arriva prima con Bernardo Bertolucci che la rende un’icona nel suo “Io ballo da sola” e poi grazie alla sua etera interpretazione di Arwen nella trilogia de “Il Signore Degli Anelli”. Nel 2014 sarà impegnata anche in due nuovi film.

E Liv non è l’unica figlia d’arte che si allontana dalle orme paterne: Stella McCartney, secondogenita dell’ex Beatles Sir Paul McCartney è divenuta un punto di riferimento per la moda tanto quanto il padre per la musica. Direttrice creativa prima di Chloe a Parigi, poi di Gucci e Adidas oggi Stella è una delle stiliste più in voga del momento: le collezioni di abbigliamento femminile ready-to-wear, accessori, profumi, lingerie sono disponibili in molti flagship store con sede a Londra, New York, Los Angeles, Shanghai, Tokyo, Pechino, Hong Kong e Parigi e  presso circa 600 rivenditori all’ingrosso delle principali città del mondo.

Musica e moda anche in famiglia Jagger: la bellezza sensuale e spontanea della terzogenita di Mick Jagger, ha sedotto le passerelle di tutto il mondo: Georgia May è il volto della stagione primavera-estate 2013 di alcuni dei fashion brands più rock addicted del pianeta, da Just Cavalli a Vivienne Westwood.
Come scordarsi poi di Kelly Osbourne, figlia dell’ex leader dei Black Sabbath, che dopo la serie tv “Life as We Know It”, ha deciso di dedicarsi alla moda e dal 2004 ha lanciato una sua personale linea d’abiti.  

Infine anche Eve Hawson, secondogenita di Paul David Hewson, in arte Bono degli U2, si è lasciata conquistare dalla settima arte. Apparsa nel film drammatico indipendente “The 27 Club”, premiato al Tribeca Film Festival nel 2008, Eve ha raggiunto il successo grazie al più recente “This must be the place” accanto a Sean Penn.