Pubblicato il

Il ‘Quinto stato’ di Sfiggy invade Torino

Un emblematico personaggio sta marciando su Torino, carico di irriverenza e anticonformismo

opera Alessio Bolognesi
Alessio Bolognesi

La pioggia li ha temporaneamente fermati, ma un’invasione di Sfiggy si appresta a conquistare Torino a breve, con una grande marcia intitolata ‘Quinto Stato’. La versione street-art del celebre dipinto di Pellizza da Volpedo ‘Quarto Stato’ è l’opera che Alessio Bolognesi sta realizzando su un muro torinese di Corso Lione in collaborazione con Murarte, e sarà il fulcro della mostra in programma fino al 1 marzo presso la galleria Square23. Tanti Sfiggy avanzeranno a testa alta, rappresentanti di una società contemporanea che sta perdendo tutti quei diritti per cui i proletari del ‘Quarto Stato’ marciavano: ma chi è Sfiggy?

Sfiggy è un personaggio dal passato burrascoso: ha accoltellato Hello Kitty, ha inseguito Pikachu con l’accetta, ha minacciato i personaggini di Keith Haring. Ma ha anche usato la lattina di Campbell Soup di Andy Warhol come water. Un esserino apparentemente innocuo, tutto bianco e alquanto sfigato, le cui vicende si intrecciano con i personaggi della cultura pop sui quali sfoga irriverenti istinti repressi. Il creatore, il ferrarese Alessio Bolognesi, non fa mistero del suo integrarsi perfettamente con le vicende di Sfiggy, la cui vita è fatta di momenti tristi e momenti felici, di successi e di difficoltà, di risate e pianti.

GUARDA ALCUNE OPERE DI SFIGGY IN MOSTRA ALLA SQUARE23

Le avventure si Sfiggy sono ritratte in dipinti su tela, il cui carattere pop attinge a piene mani dalla street-art e dal fumetto. In mostra presso la galleria Square23 le illustrazioni su carta delle vicende passate e presenti di Sfiggy, accanto a tele e una installazione a muro a cavallo tra un dipinto di Mondrian e un videogame anni Ottanta, in cui Sfiggy è il protagonista che deve superare mille difficoltà per arrivare al traguardo.  

Alessio Bolognesi è un ingegnere, che evade dal conformismo della società odierna attraverso l’arte: il suo alter-ego Sfiggy è irriverente, vendicativo, evasivo ma allo stesso tempo uno che non si prende troppo sul serio, come non prende sul serio tutti coloro che vengono osannati dalla cultura pop (inclusi i maestri della pop art). Espone in diverse gallerie e molte città italiane: è ad oggi presente presso  la MAG di Como, Art for Interior di Milano, Square23 di Torino, Spazio San Giorgio di Bologna e Spazio Bevacqua Panigai di Treviso; figura tra i vincitori del Premio Ora 2012, selezionato dalla Galleria Federica Ghizzoni di Milano. È membro del collettivo Aliens – le forme alienanti del contemporaneo, progetto artistico itinerante a cura di Sergio Curtacci di Frattura Scomposta Art Magazine.

Square23 è la galleria di arte contemporanea in cui c’è spazio per pittura, scultura, fotografia, visual art graphics, video, live performance, workshops e seminari personali, e molto altro. Il ‘Quinto Stato’, ovvero l’invasione di Sfiggy, si trova in corso Lione, angolo corso Mediterraneo (di fronte alla Fontana Igloo di Mario Merz). La mostra ‘Sfiggy Invasion’ sarà visitabile fino al 1 marzo 2014 da lunedì a venerdì presso Square23 Art Gallery, via San Massimo 45, Torino.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie Tempo liberoTag