Pubblicato il

Dim-sum, l’Oriente sbarca in città

Le delizie tradizionali della cucina asiatica stanno sempre più conquistando il mondo occidentale con gustose selezioni. Ecco alcune dritte sui ristoranti dello stivale dove mangiare cinese di qualità

Dim-sum
Courtesy of©Mallivan/iStock

Di città in città, in ogni angolo del mondo, uno dei passatempi preferiti da intere generazioni, è la cena fuori. Consumare un pasto con amici, parenti o la propria dolce metà è un piacere per tutti i sensi, è un incontro di sapori da condividere in piacevole compagnia.

C’è chi ama la pizza, chi è fan della cucina mediterranea o ancora c’è chi ama sperimentare sempre nuovi sapori facendo un tour gastronomico curiosando tra quelle che sono le proposte provenienti da mondi lontani: chi ama la cucina asiatica, avrà familiare il nome dim-sum, un termine che non sta ad indicare una pietanza specifica bensì allude ad una vasta gamma di piatti tipici della Cina meridionale, piccole porzioni di fagottini di carne, pesce, verdure o ravioli ripieni, delizie cotte a vapore o alla piastra, fagottini da accompagnare con del tè.

Leggi Tokyo, il sushi più piccolo del mondo è servito

Generalmente questo tipo di pasto è un’usanza che si consuma in occasione di eventi particolari, come la festa della mamma, il capodanno cinese o, più comunemente, la domenica mattina, sino a mezzogiorno, rivelandosi un vero e proprio rito sociale da consumare con amici e parenti. Ad Hong Kong e nella provincia di Guangdong il dim-sum è parte integrante della cultura locale, un momento caro agli anziani che, dopo aver sbrigato i doveri della mattinata, si mettono comodi in uno dei tanti ristoranti che lo servono, pronti a fare quattro chiacchiere o godendosi, in maniera gustosa, la lettura dei quotidiani.

Tra gli indirizzi più quotati spicca il U-Banquet (1F, Pioneer Centre, 750 Nathan Road, Prince Edward, Kowloon, Tel. +852 28111983, www.u-banquetgroup.com), dove provare i suoi fantastici ravioli, fritti o, per chi preferisce tenersi leggero, al vapore; interessante anche il Tong Kee Steamed Vermicelli Roll Specialise (26A – 26C, Man Wui Street, Yau Ma Tei, Kowloon, Tel. +852 2710 7950), rinomato per i suoi rotoli di riso all’anatra grigliata.

Leggi Zuppa d’Oriente con tofu e miso

Per chi non ha modo di volare così lontano, anche il Belpaese è in grado di stupire con dei locali che, piano piano, si stanno aprendo a queste pietanze anche se, ovviamente, in maniera diversa, inserendosi nel contesto nostrano presenti quindi nel menù come antipasti: a Firenze, a deliziare gli amanti dell’Oriente è il Dim-Sum Restaurant (Via dei Neri 37/r – 50124, Tel. 055 284331,www.dimsumrestaurant.it), dove sperimentare un’ottima cucina cinese dove, oltre ai classici ravioli e ai noodles, si possono scorgere alcune eccezioni, pietanze con il tartufo o lardellati in cui si avverte una forte influenza della cucina toscana.

Spostandosi a Roma, si assapora un angolo di Hong Kong in quel di Kuriya (Via Arenula 48/49, Tel. 06 68307247, www.ristorantekuriya.com), la sua peculiarità sono i famosi ravioli freschi, rigorosamente fatti in casa: le proposte dello chef spaziano dal ripieno di tofu marrone affumicato fresco a quello con i gamberi freschi giornalieri della Sicilia.

Infine, non poteva mancare Milano, una città così multietnica dove l’appuntamento con la Cina attende al Dim-Sum (Via Nino Bixio 29, 20129, Tel. 02 29522821, www.dim-sum.it), una location raffinata, opera del designer Carlo Samarati, dove lasciarsi prendere per la gola da un vasto menù che propone delizie come tortino di rapa bianca saltata, involtini morbidi di riso con gamberi, riso al vapore in foglia di banana, ravioli di capesante al vapore, solo per citarne alcuni.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie FoodTag

Potrebbe interessarti