Pubblicato il

Tartare mediterranea, la freschezza è settembrina

Piatto a crudo, la bistecca di pesce o di carne porta in tavola la leggerezza

Tartare
 thinkstock
L’estate è terminata ma i buoni retaggi alimentari della stagione calda, dieta equilibrata, sapori leggeri e voglia di gusti semplici, può sopravvivere alla scomparsa dell’abbronzatura. Come? Portando in tavola ingredienti primi freschissimi in un piatto basico dalle mille declinazioni fantasiose; la tartare. La ricetta originale prevede l’impiego di carne o pesce crudi, che vengono insaporiti grazie a olio, limone o a molti ingredienti diversi. Ecco quindi alcuni modi per gustare i sapori del mare e della terra in ricette velocissime suggerite dal blog di cucina di Donna Moderna.com.
Partiamo dalle basi, con la tartare di olive e capperi. Gli ingredienti prevedono 800 g di manzo (filetto o controfiletto), 20 grandi olive verdi, 1 cucchiaio di capperi sott’aceto, 2 cipollotti, 4 cetriolini agrodolci, salsa Worcester, 1 limone, prezzemolo, olio extravergine di oliva e sale e pepe. Eliminare quindi la parte verde e le radichette dei  cipollotti. Lavarli e tritarli finemente. Snocciolare le 16 olive e tagliare la  polpa a pezzetti. Sgocciolare i cetriolini, e tagliarli a  dadini. Sciacquare sotto acqua fredda i capperini sott’aceto.
Tagliare la carne a fettine sottili, poi a listarelle, quindi a dadini. Tutti gli ingredienti preparati precedentemente vanno poi riuniti in una ciotola. Aggiungere la carne tritata, 2-3 cucchiai di olio extravergine, il succo di 1/2 limone, 4-5 gocce di salsa Worcester, 1 cucchiaio  di prezzemolo tritato, sale e pepe. Mescolare con delicatezza con un cucchiaio di legno. Disporre il tagliapasta in un piatto individuale. Riempire il tagliapasta con 1/4 di composto di  carne. Livellare con il dorso di un cucchiaio e sfila delicatamente il tagliapasta: otterrai in questo modo una perfetta tartare. Infine per la guarnizione, foglie di basilico o menta.
Tartare di pesce con arance e olive. 5 arance, 160 g di filetto di tonno, 280 g di pesce spada, 80 g di olive snocciolate, 2 finocchi, 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 2 cucchiai di succo di limone, uno spicchio d’aglio, 2 cucchiaini di origano secco, qualche stelo di erba cipollina, sale e pepe. Mescolare in una ciotola l’aglio schiacciato, l’olio, il succo di limone il sale e il pepe. Unire l’origano e l’erba cipollina tagliuzzata e tenere da parte in fresco. Sbucciare le arance; pelare al vivo  gli spicchi di un’arancia e tagliarli a cubetti piccolissimi,  raccogliendo il succo nella ciotola con la citronnette. Affettare le arance rimaste e suddividetele in 4 piattini. Unite i finocchi lavati e affettati fini. Tritare le olive. Tagliare a dadini i pesci,  mescolarli con i cubetti di arancia e le olive, salare e pepare. Con l’aiuto di 4 stampini ad anello preparare le tartare, sformarle sulle arance e condirle infine con la citronnette.
Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie FoodTag