Pubblicato il

Ansia? Può migliorare con un selfie

Il supporto psicologico scopre la via dell’auto-rappresentazione come terapia

Autoscatto
 thinkstock
Scatto dunque sono. Il male dei tempi, ovvero l’ossessione compulsiva per la propria immagine diffusa grazie all’utilizzo esponenziale dei social, non è sempre ben vista di buon occhio da esperti e psicologi. L’abitudine tenderebbe infatti a esaltare gli aspetti più narcisistici della personalità, esasperando un atteggiamento di controllo esaperato dell’immagine secondo gli stringenti canoni estetici della società dell’informazione.

Selfie nocivi dunque, ma non per tutti o almeno non secondo le stesse modalità. In America e in Europa si sta infatti affermando un movimento controcorrente che libera l’autoscatto dalle regole estetiche stereotipate, dall’uso eccessivo di Photoshop e di filtri ingannevoli e lo trasforma in un momento di affermazione e di cura per se stessi senza precedenti. Tra i movimenti culturali, Broken Light è per esempio la piattaforma digitale che diffonde le opere fotografiche di persone affette da disordini e malattie mentali. Sorprendentemente, domina l’autoscatto. Non certo quello patinato tipico delle rivista di moda o dei profili curati delle star. Carrie Hilgert, per esempio, artista del Kansas appena trentenne, documenta la propria depressione fotografandosi in pose contratte che raccontano la sofferenza del corpo e della mente.

In Italia, lo psicologo della ASL di Lucca Carmine Parrella, sperimenta da anni i vantaggi della fototerapia all’interno del percorso clinico del paziente. In questo senso l’autoscatto è una delle tecniche attraverso le quali il paziente dialoga ed esprime i propri stati d’animo interiori, mostrando le differenti percezioni che ha di sé e nei miglior dei casi, migliora il proprio disagio psichico in una percorso creativo verso il benessere.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie Tempo liberoTag