Pubblicato il

Moscow Mule, la nuova moda anni ‘50

Tornato in auge recentemente, ripescato dagli annali dei cocktail che hanno impazzato in America, sembra essere il drink dell’estate

Moscow Mule, drink, cocktail
istockphoto.com
Era il lontano 1941 quando John G. Martin, il barman della taverna Cock ‘n’ Bull di Los Angeles, locale molto frequentato dalle celebrità, diede vita ad un cocktail dal carattere forte e dal gusto particolare: il celebre Moscow Mule. La brillante carriera di questo drink vide il suo periodo di massimo splendore negli anni Cinquanta, quando la vodka venne sdoganata ed esportata in grandi quantità dalla Russia.
Tra i locali di Sunset Boulevard la gente sembrava impazzire per il Moscow Mule tanto che la casa produttrice di vodka Smirnoff decise di dedicargli un bicchiere personalizzato: una tazza in rame con un manico dalla forma particolare. Inoltre, il celebre drink appartiene alla categoria dei “Buck’s”, ovvero l’insieme di quei cocktail che prevedono in ricetta l’utilizzo del Ginger. Ecco allora una delle tante ricette che permettono di ottenere il fresco e modaiolo drink dell’estate.
Ingredienti: 3 cl di vodka, 8 cl di ginger-beer, 1 cl succo di limone, qualche fogliolina di menta fresca, qualche fettina di cetriolo ed infine una fettina di lime come decorazione. Bisogna prepararlo direttamente nel bicchiere, e dopo aver versato la giusta dose di alcoolici, sarà sufficiente aggiungere le fettine di cetriolo, le foglioline di menta e la fettina di lime. Per chi non fosse in possesso del bicchiere promosso dalla Smirnoff, un highball pieno di ghiaccio sembra essere l’alternativa migliore.
*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag