Pubblicato il

Crostata di susine, prezioso dolce per la spiaggia

Da consumare fredda oppure appena sfornata è ottima per le sere d’estate

Crostata susina
iStock

Frutta durante i pasti, frutta a cena, frutta nei momenti liberi, frutta da gustare e frutta da innovare con dolci e ricette zuccherose. Questa la tendenza dell’estate, che mai come in questa stagione, riscopre il valore dell’ingrediente all’interno di golosi dessert.

E allora perché non usare le susine, dal sapore delicato e leggero per un’ottima crostata da consumare fredda oppure appena sfornata? Ecco quindi la ricetta del blog Giallo Zafferano. Per preparare la vostra crostata, avete bisogno di preparare la pasta frolla con 300 gr farina 00, 150 gr burro, 1 uovo, 120 gr zucchero e scorza grattugiata di un limone e un pizzico di sale. Per il ripieno: 500 gr susine snocciolate, 50 gr zucchero, tre cucchiai di fecola di patate, due cucchiai di limone, zucchero a velo q.b.

tortiera 23 cm di diametro. 
Cominciate con il preparare la pasta frolla. Avete bisogno di setacciare la farina e strofinare con il burro freddo tagliato a cubetti, formare il buco al centro e versare lo zucchero, l’uovo e mescolare con la forchetta, la scorza del limone e il sale. Poi è ora di impastare (se necessario aggiungere un cucchiaio d’acqua) fino a ottenere un panetto omogeneo. Infine lasciate riposare l’impasto in pellicola e in frigo per almeno 30 minuti.
Poi dovete stendere con il mattarello, foderare lo stampo e eliminare l’eccesso che fuoriesce dal bordo, forare il fondo con la forchetta e rimettere in frigo.
A questo punto lavate le susine, snocciolatele e in una ciotola, aggiungete lo zucchero, il succo del limone e la fecola di patate setacciata, mescolando. Poi versate l’impasto nella ciotola e chiudete con le striscioline. Infine cuocete in forno a 180° e prima di infornare la crostata spennellare con il latte, cuocere per 45 minuti, abbassare la temperatura a 170° per 15/20 minuti circa, in modo che le susine possano rilasciare del liquido che dovrà riaddensarsi. Infine fate raffreddare e guarnite con lo zucchero a velo.