Pubblicato il

Golden Milk: il latte d’oro alla Curcuma

Bontà e benessere con il latte alla Curcuma. Ecco la ricetta e le proprietà della radice della guarigione

Curcuma e miele
istockphoto.com
Recentemente la Curcuma, una spezia orientale molto utilizzata nelle pratiche di medicina ayurvedica, è stata oggetto di numerosi studi scientifici che ne hanno evidenziato le notevoli e benefiche proprietà. In particolare, il suo principio attivo, la curcumina, sembra essere anticancerogeno, antiossidante ed antinfiammatorio. Tra i tanti prodigi del Golden Milk bisogna, infatti, sottolineare la sua proprietà antinfiammatoria, la quale permette alla bevanda di contrastare stati flogistici anche gravi come l’artrite ed i dolori articolari. Ma non solo, l’immenso portento della Curcuma, meglio nota come “la radice della guarigione del corpo”, le permette anche di stimolare la digestione lenta, di alleviare il gonfiore addominale, di aiutare a contenere le nevralgie e di favorire il corretto funzionamento del fegato, abbassando il colesterolo ed i trigliceridi.
Vediamo allora come preparare una prelibata tazza di Golden Milk utilizzando il latte vegetale. Si ricorda, però, che è possibile utilizzare anche il latte vaccino. 
Ingredienti per la pasta di curcuma: 1/2 tazza di curcuma in polvere, 1/2 tazza di acqua, 1/2 cucchiaino di pepe macinato. Preparazione: far bollire in un pentolino antiaderente acqua, pepe e curcuma, mescolando accuratamente per evitare di formare grumi. Una volta ottenuto un impasto liscio, cremoso e denso, bisognerà conservare la pasta di curcuma in un barattolo di vetro chiuso ermeticamente in frigo. In questo modo, si manterrà per circa 40 giorni.
Ingredienti per il Golden Milk: 1 cucchiaio di pasta di curcuma, 1 tazza di latte vegetale (latte di mandorle, di riso, di noci), 1 cucchiaino di olio di mandorle dolci, miele per dolcificare. Come realizzare il latte d’oro: far bollire in un pentolino per un paio di minuti una tazza di latte vegetale, 1 cucchiaio di pasta di curcuma e l’olio di mandorle dolci, fino ad ottenere un composto denso e corposo. Togliere dal fuoco e versare in una tazza. Aggiungere il miele per dolcificare a seconda dei gusti.