Pubblicato il

Vellutata di porcini e castagne, calore autunnale

La ricetta di una minestra che è anche una coccola al sapore di bosco

Zuppa funghi
istockphotos
Ci sono molti modi di prepararla, ma in ogni caso la minestra di funghi e castagne è l’apoteosi dei sapori del bosco, una summa dell’autunno e dei suoi prodotti più prelibati che ben si sposano tra loro. Vi proponiamo una ricetta che parte dagli ingredienti essiccati per arrivare ad una vellutata profumata e cremosa, una vera coccola per le serate più fredde. 
Ingredienti per 4 persone
250 gr di castagne secche
40 gr di funghi porcini secchi
2 patate grandi
1 scalogni
1l di brodo vegetale
Sale, pepe, olio d’oliva
1 rametto di rosmarino
Procedimento
Mettete in ammollo le castagne circa 1 ora, e i funghi per mezz’ora (in due contenitori separati). Scaldate il brodo (preparatelo facendo bollire sedano, carota e cipolla). In una pentola soffriggete lo scalogno tritato, e quando sarà ammorbidito aggiungete le castagne scolate, le patate a tagliate a pezzettoni e circa metà del brodo. Lasciate cuocere per mezz’ora, o finché sia le patate che le castagne saranno morbide. aggiungendo brodo se necessario. A questo punto scolate i funghi conservando la loro acqua di ammollo, che filtrerete almeno 2 volte con un colino a maglia fine per togliere eventuali residui terrosi. Aggiungeteli alla zuppa con un mestolo della loro acqua filtrata. Lasciate cuocere altri 10 minuti, salate e pepate a piacere. Spegnete il fuoco e passate tutto al mixer, frullando finché otterrete una crema densa: potete renderla più liquida aggiungendo altro brodo se desiderate. Servite in una ciotola decorando con qualche ago di rosmarino e un filo d’olio d’oliva.