Pubblicato il

Sidecar, un classico senza tempo

Era il lontano 1900 quando qualcuno inventò l’intramontabile cocktail a base di Cognac. Ecco la ricetta

serata, amici, drink
istockphoto.com
Quando in America dilagava il proibizionismo, il Sidecar era uno dei cocktail più bevuto sulle terre d’oltreoceano. Stiamo parlando, infatti, di un grande classico a base di Cognac, ancora oggi sorseggiato con piacere in ogni angolo del pianeta. La sua fama è da ricercare nel suo gusto deciso ma equilibrato, in bilico tra la dolcezza del triple sec e l’acidità del limone. Mentre, la sua paternità, è da ricercare in Europa: se la contengono Londra e Parigi. Secondo la versione più accreditata il Sidecar venne inventato nel lontano 1911 dal barman dell’Harry’s Bar di Parigi, che lo dedicò ad un cliente che tutti i giorni si presentava fuori dal celebre bar sull’omonima motocicletta. Viceversa, secondo l’altra ipotesi, l’inventore del drink fu Pat MacGarry, il famoso bar-tender del Buck’s Club di Londra.
Ingredienti: 5 cl di Cognac, 2 cl di triple sec e 2 cl di succo di limone appena spremuto. Preparazione: spremere il limone e filtrarne il succo. Con qualche cubetto di ghiaccio raffreddare una coppetta Martini, e bagnare con del succo di limone il bordo del bicchiere, immergendolo poi nello zucchero. A questo punto, versare nello shaker i tre ingredienti sopracitati con 3 cubetti di ghiaccio e scuotere animatamente per qualche secondo. Versare, filtrando, il contenuto dello shaker nella coppetta ben raffreddata e con il bordo orlato di zucchero. Il cocktail è pronto per essere servito.
Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie FoodTag