Pubblicato il

Green Mobility: Corridoio Verde Adriatico

Un itinerario ciclabile di 1000 chilometri lungo le meraviglie adriatiche. Ecco di cosa si tratta

cicloturismo, coppia, biciclette
istockphoto.com
Il “Corridoio verde Adriatico” è la pista ciclabile che costeggia la riviera adriatica attraversando 5 regioni: Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia, per poi in un futuro inoltrarsi fino a Venezia. Un percorso che coincide con il ramo n. 6 della grande rete ciclabile nazionale proposta dalla FIAB, la Federazione Italiana Amici della Bicicletta, in parte in fase di progetto e in parte già realizzata, che si integra con la più ampia rete ciclabile europea denominata EuroVelo.
Il percorso preventivato qualche anno fa rappresenta la litoranea per eccellenza e corre parallelamente alla Statale Adriatica per una lunghezza di 1000 chilometri. Il Corridoio Verde collega, infatti, Ravenna con Santa Maria di Leuca, costeggiando la riviera italiana più ricca di spiagge dedicate al turismo balneare. Numerosi sono i progetti e le iniziative che Regioni, Province e Comuni hanno già messo in atto per la valorizzazione delle percorrenze ciclistiche di queste aree, tra gli altri è stato stampato in italiano ed in inglese il road book del tratto pugliese della Ciclovia Adriatica. Si tratta di un pratico strumento con cartografia semplice e testo essenziale, che descrive il percorso indicando le strade, per quanto possibile, a basso traffico. 
Ma non solo, anche l’Abruzzo ha cominciato a portarsi avanti: la Regione ha finanziato il completamento dell’intero tratto regionale di competenza avente un’estensione di ben 132 chilometri costieri ed i lavori sono cominciati a Marzo 2015. L’obiettivo del progetto? Miglioramento della qualità ambientale e paesaggistica, qualità della vita, strutturare una valida alternativa alla mobilità tradizionale, maggiore fruibilità della costa adriatica. Per maggiori informazioni cliccare su www.movimentolento.it 

Potrebbe interessarti