Pubblicato il

Abbuffate? 5 cose da non fare dopo

Dopo un pranzo abbondante, ecco le cinque cose da non fare per ritrovare la leggerezza perduta

Rimettersi in forma dopo le feste
istockphoto.com
Tra qualche giorno la nostra routine riprenderà forma e le feste rimarranno solamente un dolce ricordo. Tuttavia, nonostante i festeggiamenti siano ormai giunti al termine, i lauti banchetti consumati sembrano voler rimanere impressi sulla nostra linea. Succede spesso, infatti, che dopo aver preso parte ai pranzi ed alle cene del periodo natalizio l’ago della bilancia segni qualche chilo in più. Ma come rimediare? Esistono soluzioni drenanti e detox pienamente indicate ed esistono, al contrario, comportamenti assolutamente sconsigliati. 
No al digiuno: provare a compensare l’eccesso di calorie assunte, restando a digiuno il giorno dopo una grande abbuffata è uno degli errori più frequenti. Infatti, così facendo, il corpo richiederà un maggior apporto di nutrimenti e si rischierebbe di ricadere in un’altra grande abbuffata. Il rimedio alternativo migliore è senza dubbio quello di limitarsi a ridurre le quantità.
No ai pasti liquidi: dopo aver preso parte ad un lauto banchetto, imporre al proprio corpo di nutrirsi solamente tramite liquidi, non sarà la scelta migliore. Il consiglio, al contrario, è sempre quello di ridurre le porzioni e migliorare la qualità degli alimenti portati in tavola. Al bando, quindi, tisane, frullati e brodini: sono un’ottima soluzione per integrare e non per sostituire. 
No ai lassativi: la fastidiosa sensazione di gonfiore che accompagna un’abbuffata non può essere messa a tacere utilizzando i lassativi. La soluzione ideale è quella di bere molta acqua e di mangiare cibi ad alto contenuto di fibre, già dalle prime ore del mattino. 
No ai diuretici: i farmaci diuretici vantano sicuramente numerosi benefici. Tuttavia, dopo una bella mangiata, anziché assumere medicinali, è sicuramente sufficiente sorseggiare qualche tisana drenante base di finocchio o cardo mariano. Si ricorda, infatti, che i farmaci vanno presi con moderazione e solo previa prescrizione del medico.
No ai pasti sostitutivi: le barrette sostitutive non fanno miracoli e soprattutto fanno parte di un regime alimentare studiato a tavolino. Non possono, quindi, essere consumate una tantum, dopo un pranzo impegnativo. Si ricorda, inoltre, che non inducendo il senso di sazietà, rischiano di aumentare l’introito calorico in quanto si tende a mangiare di più.
*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag

Articoli correlati