Pubblicato il

Composta speziata di cipolle rosse, la ricetta

Una preparazione saporita in cui si bilanciano il dolce, il salato, l’aspro e gli aromi delle spezie

Composta di cipolle rosse
istockphotos
Un gusto complesso, in cui si alternano dolce, aspro, salato e si sprigionano gli aromi delle spezie: la composta di cipolle rosse di cui stiamo per proporvi la ricetta è una delizia che gli amanti dei sapori decisi adoreranno. La si può spalmare su crostini di pane, accompagnare ai formaggi, oppure utilizzarla come salsa per sformati veg (con lo sformato di zucca è un abbinamento eccezionale). Ecco come procedere.
Ingredienti per circa 200 gr di composta
3 cipolle rosse grandi
due cucchiai colmi di zucchero di canna
1 presa di sale
aceto balsamico q.b. (circa 30 ml)
mezzo bicchiere di vino rosso
1 cucchiaio di olio d’oliva
1/2 stecca di cannella
3 semi di cardamomo
5/6 chiodi di garofano
pepe bianco in grani
Procedimento
Tagliate le cipolle a rondelle molto sottili, e mettetele in un tegame con un cucchiaio di olio d’oliva e una presa di sale. Accendete la fiamma ma tenetela molto bassa, e coprite il tegame con un coperchio: la cipolla si deve stufare, non soffriggere. Quando sarà tenera (e avrà circa dimezzato il suo volume), aggiungete il vino rosso, la stecca di cannella, il cardamomo e i chiodi di garofano; macinate il pepe (a piacimento, ma senza esagerare) e aggiungete. Mescolate e togliete eventuali pezzetti di cipolla bruciacchiati. Coprite ancora 5 minuti lasciando che il vino faccia sobbollire la cipolla, quindi aggiungete l’aceto balsamico e lo zucchero contemporaneamente, mescolate, e ricoprite. Fate cuocere finché i liquidi si saranno ritirati (circa 25 minuti a fiamma dolce). Una volta pronta la composta, togliete le spezie. Servitela subito calda oppure mettetela in un vasetto sterilizzato come si fa normalmente con le conserve (leggete qui come si fa). Il segreto di questa composta è il bilanciamento dello zucchero con l’aceto e il sale. Assaggiate le cipolle finché le cucinate per capire se l’equilibrio è raggiunto: se è troppo aspra aggiungete un pizzico di zucchero, se troppo dolce un po’ di aceto e di sale. Tenete a mente che anche il vino dona una nota aspra.