Pubblicato il

Bugie d’Ivrea con confettura d’arancia

Una ricetta esclusiva di Claudio Vicina per Stile.it

Bugie d'Ivrea con confettura d'arancia
Courtesy of©Casa Vicina
L’INGREDIENTE Le arance rappresentano una importante fonte di vitamine: soprattutto la C e la A, ma anche una parte di quelle del gruppo B. La prima è importante perché contribuisce a rafforzare il sistema immunitario e aiuta a combattere contro l’influenza. Elevato il contenuto di bioflavonoidi, utili per la ricostituzione del collagene del tessuto connettivo. La presenza di terpeni, inoltre, aiuta la prevenzione dei tumori del colon e del retto. La vitamina B, invece, combatte l’inappetenza e favorisce la digestione, mentre i caroteni, precursori della vitamina A, sono utili per la salute degli occhi, della pelle e nella prevenzione delle infezioni. Le arance aiutano anche la prevenzione della fragilità capillare e migliora il flusso venoso, quindi sono valide contro la cellulite.
LA RICETTA Bugie d’Ivrea profumate con confettura d’arancia, in ricordo della famosa battaglia delle arance
LA DIFFICOLTA’ media
INGREDIENTI PER 8 PERSONE – 400 gr di farina “0”, 3 uova intere, 40 gr di burro morbido, 40 gr di liquore d’arancia, una buccia grattugiata di arancia naturale, confettura d’arancia a piacimento, zucchero a velo.
I TEMPI DI PREPARAZIONE 40 minuti e 20 di pausa
LO SVOLGIMENTO Impastate tutti gli ingredienti fino ad ottenere una palla omogenea; coprite con una pellicola trasparente e fatela riposare per 20 minuti. Tiratela con la macchina per la pasta fresca o con il mattarello: più sarà sottile più avrete le bugie leggere e fragranti. Tagliatele a piccole forme e cuocetele in olio di girasole a 150°C, fino a doratura, per pochi secondi. Adagiatele su carta assorbente, spolveratele con zucchero a velo e servitele. Sono perfette sia per fine pranzo che per merenda: impiattate come un millefoglie alternando le bugie con la confettura d’arancia.
IL LOCALE Il Ristorante Casa Vicina (una stella Michelin) trova spazio al civico 224 di via Nizza a Torino, all’interno di Eataly Lingotto. Gestito dalla famiglia Vicina, ristoratori dal 1902, vede Claudio Vicina con la moglie Anna in cucina e Stefano Vicina con la nipote Laura in sala. Ogni piatto viene realiizzato da parte dei Vicina con attenzioni davvero maniacali. Sempre all’insegna del buon gusto.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie FoodTag