Pubblicato il

Come una t-shirt diventa un’arma di seduzione

Da capo basic a icona di classe: ecco i mille volti di quella che, apparentemente è solo una maglietta ma, in realtà, è un capo la cui versatilità fa la differenza

Donne in t-shirt bianca
Courtesy of©gpointstudio/iStock
Uno, nessuno e centomila i modi di intendere la t-shirt, uno dei capi d’abbigliamento più famosi della storia della moda nonché l’indumento genderless più utilizzato da tutti coloro che fanno tesoro dello stile normcore, una delle tendenze più in voga tra i giovani in quanto permette di rendere glamour, data la sua versatilità, anche un capo molto basic trasformando così quello che apparentemente è ordinario in qualcosa di straordinario.

C’è chi vede la t-shirt come un indumento puramente sportivo ma, a volte, un capo easy può rivelarsi un elemento di eleganza perfetto per affrontare a testa alta la vita di tutti i giorni come hanno dimostrato bellezze senza tempo, grandi miti del cinema come James Dean e Marlon Brando o ancora icone in gonnella quali Juliette Gréco e Jane Birkin, inglese di nascita ma francese d’adozione, una donna il cui stile ha anticipato le mode di oggi rompendo il conformismo e trasformando mise semplici in capi sensuali pronti a far girare la testa a tutti gli uomini. Tra le icone più attuali c’è la top model Constance Jablonski che, come tutte le francesi, interpreta una semplice t-shirt in una chiave molto diversa rispetto alle colleghe americane, ovvero in maniera chic, indossandola come se fosse una camicia bianca.
Bisogna dunque prendere ad esempio da quelle icone del passato, e perchè no anche dalle influencer del presente, il cui stile è tutto da copiare. Come ha rivelato Jennifer Cuvillier, direttrice dell’ufficio stile del Bon Marché Rive Gauche, basta una t-shirt dal taglio morbido, molto garçonne, da portare dentro una gonna o un pantalone per dare un tocco più femminile e meno casual all’outfit. Occhio all’errore: sebbene si pensi che scegliere una maglietta sia un gioco da ragazzi, il discorso è molto più impegnativo di quanto si possa immaginare, non bisogna infatti mai abbassare la guardia perchè è di fondamentale importanza individuare il taglio giusto, riconoscere la buona qualità di un tessuto così come il colore giusto che più si adatti alla propria figura e personalità. Quest’anno, tra l’altro, un grande must della Primavera/Estate 2016 è indossare la t-shirt bianca sotto il vestito, che sia esso un’elegante sottoveste o un fresco mini dress: il risultato? Un mix casual-chic che non deve mettere in difficoltà: nella moda mai avere paura, sperimentare è d’obbligo.