Pubblicato il

Il bacio fa bene alla salute. A tutte le età

Al primo posto quello passionale che rilascia ormoni “amici” dell’organismo

bacio
iStock

La scienza dimostra che il bacio fa bene alla salute. Dopo gli studi sulla trasmissione dei batteri durante il gesto più affettuoso, arrivano anche quelli sugli effetti benefici.

Gli effetti benefici del bacio. Gli studi

Una ricerca condotta dall’Università di Oxford dimostra come il bacio aiuti a mantenere vive le relazioni sentimentali. Che il bacio affettuoso come quello fra genitori e figli faccia bene lo dimostra anche uno studio del Lafayette College di Easton, Pennsylvania. La ricerca evidenzia come l’ossitocina e il cortisolo, ormone dello stress, vengano alterati prima e dopo un bacio. Insomma, il bacio – qualunque esso sia – fa bene a tante cose.

Il bacio in amore e il bacio in famiglia

Secondo i dati, il bacio fa bene per prima cosa in famiglia. Aumenta l’affetto delle persone verso i propri cari nel 72% dei casi. E allo stesso tempo provoca una forte scarica ormonale nella coppia (65%). Tra i fattori che invece ne ostacolano i benefici, lo stress per il lavoro e l’influenza dei social network. E’ quanto emerge da uno studio di Baci Perugina in occasione della Giornata Mondiale del Bacio, che si celebra in tutto il mondo il 6 luglio. La ricerca è stata condotta su circa 4000 italiani, uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 65 anni, con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) e su un panel di 60 esperti tra psichiatri e psicologi, attraverso un monitoraggio dei principali social network, forum, blog e community, per capire che ruolo ricopre il bacio nella vita quotidiana degli italiani.

Il bacio fa entrare in un contatto intimo con l’altro. Inoltre con il bacio in bocca si scambiano ferormoni, le molecole dell’attrazione sessuale. L’uomo trasmette anche il testosterone, eccitante anche per la donna. I baci danno un impulso diretto al rinencefalo, quella che fa scaturire la passione. Infine il bacio fa bene perché produce ossitocina in chi lo dà. L’ossitocina è l’ormone della condivisione e dell’attaccamento e questi aspetti non devono mancare nella vita di tutti i giorni.

Il bacio che vince è quello passionale

Al primo posto sul podio dei baci troviamo quello dell’amore, quello passionale. Questo tipo di bacio rilascia i feromoni, mentre quello sulla guancia rilascia un effetto di legame e simpatia. Il bacio sulla fronte dà invece un forte senso di sicurezza e protezione. Il bacio sulla testa rappresenta un gesto di apertura. Tra i neurotrasmettitori rilasciati durante un bacio, al primo posto c’è la dopamina, legata anche al desiderio; poi l’ossitocina, il cosiddetto “ormone dell’amore”, che veicola sensazioni di attaccamento. Infine l’adrenalina, che aumenta la frequenza cardiaca, e il cortisolo, l’ “ormone dello stress”, che diminuisce lasciando il posto al rilassamento.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag