Pubblicato il

Céline Dion, il nuovo stile della cantante

L’evoluzione del look di Céline Dion convince. Sempre elegante, ma con una bella dose di estro

céline dion
(Photo by Frank Micelotta/PictureGroup) *** Please Use Credit from Sipa Usa/LaPresse

Céline Dion è l’emblema della donna che più matura, più si sente a suo agio nel suo corpo, nei suoi panni. Quel tipo di donna che con gli anni che passano acquista sicurezza. Quel tanto che basta a farla giocare con l’estetica ben più di quanto facesse a venti o trent’anni. Donne che invece di nascondersi dietro al botox si mettono ancora più in luce grazie ad abiti voluminosi, outfit scultorei, capi genderless e bizzarrie al confine tra installazione d’arte e moda. L’evoluzione stilistica di Céline Dion ci piace, e piace a tutti i magazine di moda, agli stilisti, ai fotografi, agli stylist. E piace alle donne perché dice che, alla soglia dei 50 anni, si può ancora reinventarsi.

Celine Dion alla sfilata Christian Dior Haute Couture Fall – Winter 2016/2017. Photo by Aurore Marechal/ABACAPRESS.COM AbacaPress/LaPresse

Il nuovo stile di Céline Dion

Celine Dion ai GRAMMY Awards a Los Angeles. Foto Lionel Hahn/ABACARESS.COM AbacaPress/LaPresse

L’abbiamo imparata a conoscere piuttosto sobria, sempre elegante ma classica, super classica. Salvo qualche tutina stampata agli esordi, ma erano gli anni ’80. In tempi più recenti ha iniziato sfoggiare spacchi vertiginosi. Poi sono arrivati i tessuti metallizzati. Le applicazioni. I colori sempre più accesi. Ora siamo agli abiti-scultura, ai drappeggi infiniti, ai volumi esagerati. Céline Dion oggi passa dalla fierezza di un tuxedo da donna firmato Balmain, all’estrema femminilità di scollature ombelicali e maniche a palloncino che sembrano ali, nuvole. Come quelle indossate ai Billboard Music Awards di Las Vegas, firmate Stephan Rolland Haute Couture.

Celine Dion al The Metropolitan Museum of Art Costume Institute Benefit Gala 2017, New York, USA. Foto Aurore Marechal/PA WirePa/LaPresse

Non mancano glitter verde smeraldo come la regina del regno di Oz (Zuhair Mourad), o, sempre sul tema verde, l’abito dal taglio vintage anni Sessanta con maxi rosa sul collo firmato Gucci. O outfit dove la pelle nera e lucida la fascia completamente, mentre un paio di pump la slancia e la rendono sexy. Passiamo dal drappeggio estremo del capo Versace sfoggiato al Met Gala. Alle stampe variopinte del total look Roberto Cavalli pre Fall 2017, floreale dalla testa ai piedi. Non mancano dei Balenciaga giallo evidenziatore, così come dei little black dress castigati Saint Laurent.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ModaTag