Pubblicato il

Pelle stressata: come prendersene cura

Acne, vitiligine etc. sono un campanello d’allarme che potrebbe preannunciare l’insorgere di problemi alimentari, renali o un forte stress

pelle stressata
Courtesy of©RomarioIen/iStock

Pelle stressata: ebbene sì, essendo lo specchio della nostra salute, quando qualcosa non va, lei parla. Ansia, stress etc. si traducono in brufoli e disturbi dermatologici di varia natura. Non c’è crema che tenga perché, a volte, i problemi vengono dall’interno.

Pelle stressata: le cause

C’è chi pensa che l’acne sia una prerogativa degli adolescenti. Sbagliato. Stando a quanto ha rivelato al The Telegraph la Dott.ssa Claudia Louch, dermatologo di Londra, questa malattia della pelle negli ultimi anni ha colpito innumerevoli donne di mezza età. Le cause? Tante. Gli sfoghi spesso sono legati a squilibri ormonali, intolleranze ma anche alla cattiva alimentazione nonché ai ritmi lavorativi stressanti. Da non dimenticare poi la perenne ricerca della perfezione fisica con estenuanti allenamenti in palestra.

Quando i primi segni di malessere si fanno notare, scatta il panico. Al fine di riappropriarsi di salute e benessere, bisogna condurre una vita più regolare. Ma attenzione. L’errore è dietro l’angolo. Spesso, a causa di una cattiva informazione, si tendono a fare scelte alimentari sbagliate.

Occhio all’alimentazione

Molta gente pensa di mangiare sano quando, in realtà, non lo fa” – afferma la dottoressa che prosegue dicendo – “Molte diete sono ricche di grassi e di zucchero. La gente sostituisce il latte vaccino con quello di mandorla che è costituito prevalentemente da zucchero“. E ancora: “Molti, invece, passano alla dieta vegana. Capisco chi lo fa per ragioni religiose o etiche, ma per sopperire a tutte le funzioni biologiche, noi umani abbiamo bisogno di carne. Il nostro corpo è diverso da quello di una mucca o di un coniglio“.

I cibi nemici della cute

La carne rossa contiene elevate quantità di vitamina B, D e il ferro ritenuti fondamentali per il benessere del nostro organismo. Nutrienti che, secondo il National Health Service (NHS), anche la dieta vegetariana può fornire.

Attenzione ai latticini. Possono essere nemici della pelle. Secondo dermatologi, il latte di mucca e i suoi derivati, potrebbero essere responsabili dell’insorgenza di brufoli. I divoratori di formaggio si saranno misurati, almeno una volta, con lo xanthelasma. Parliamo di quelle escrescenze gialle che altro non sono che un accumulo di grasso sottocutaneo che si sviluppa intorno alle palpebre. Quando si formano? In conseguenza a una dieta ad alto contenuto di colesterolo. O ancora occhio alla vitiligine, è un segnale da non trascurare potrebbe essere una spia del diabete.

Rimedi

Curare la pelle stressata, purtroppo, non è semplice. Unendo a una buona dose di pazienza una sana alimentazione, relax e attività fisica (senza esagerare), oltre all’utilizzo dei prodotti giusti, se ne può venire a capo.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag

Articoli correlati