Pubblicato il

Uomini in cucina: con la tecnologia c’è più gusto

Il Bimby Lab ha effettuato una ricerca sulle abitudini degli uomini in cucina e riscontrato una propensione all’utilizzo della tecnologia

uomini in cucina
Neustockimages-istock

Siamo ormai nel XXI secolo ed è sempre più difficile trovare uomini e donne ancora attaccati alla tradizionale suddivisione dei ruoli. Le donne non si sentono più tanto le regine della casa. O per lo meno si sentono delle regine validamente affiancate da un re. E gli uomini si trovano sostanzialmente d’accordo su questo punto. Non si aspettano che la propria dolce metà rimanga a casa “a fare la calza”, a badare ai bambini e a preparare manicaretti in attesa del loro ritorno dal lavoro. Ed anzi proprio su quest’ultimo aspetto, bisogna segnalare il costante aumento del numero degli uomini in cucina. Le donne ormai lavorano quasi tutte ed il contributo in casa di mariti e fidanzati diventa sempre più prezioso. Ed anche ai fornelli il popolo maschile del II millennio sembra non volersi tirare indietro. Lo hanno dimostrato anche i ricercatori del Bimby Lab.

Gli uomini in cucina chiedono aiuto alla tecnologia

Si dice che necessità fa virtù. Ma non è stata soltanto l’esigenza della collaborazione in casa o le aspettative delle proprie donne a far avvicinare gli uomini ai fornelli. La voglia di sperimentare, di divertirsi hanno avuto un ruolo determinante. Così come la possibilità di poter contare su un assortimento sempre più ricco di dispositivi tecnologici. La nuova cucina 2.0 è ricchissima di strumenti sempre più smart che semplificano numerose operazioni. E permettono, anche, di risparmiare un bel po’ di tempo. Questi nuovi ritrovati della tecnologia moderna sono particolarmente graditi alle donne. Ma entusiasmano letteralmente gli uomini in cucina. La possibilità di associare una delle loro principali passioni, la tecnologia, ad un’attività ben più tradizionale contribuisce a conferirle maggior fascino. E lo stesso vale per le altre faccende domestiche, ormai assistite da tantissimi piccoli elettrodomestici altamente sofisticati.

elettrodomestici

La tecnologia conquista tutti, anche i più scettici

La recente ricerca dell’osservatorio Bimby sulle abitudini alimentari e il rapporto con la cucina lo ha ampiamente dimostrato. Seppure con qualche differenza in base all’età e alla provenienza dei soggetti esaminati, la maggior parte degli uomini in cucina sembra accogliere di buon grado l’aiuto dei nuovi device. I “cuochi” più giovani e residenti nel Nord Italia ironizzano su questo tipo di scelta considerandola una diretta conseguenza del loro essere “mono-tasking”. A differenza delle donne, notoriamente “multi-tasking”. Mariti e fidanzati sembrano avere difficoltà a fare più cose insieme. Pertanto avere un elettrodomestico che svolge una serie di operazioni al loro posto non può che essere il benvenuto in cucina.

I “massai” delle generazioni precedenti e residenti maggiormente al Sud vivono, invece, la cosa con maggiore scetticismo. Tali dispositivi rischiano, infatti, di creare una certa dipendenza dal loro utilizzo. E la loro presenza in casa diventa, talvolta, ai loro occhi eccessivamente invasiva. Nonostante le perplessità, però, anche loro sembrano aver sostanzialmente ceduto al fascino della tecnologia. E, soprattutto, a quello di vedere notevolmente alleggerito il loro lavoro in cucina.

La cucina per l’uomo è un laboratorio creativo

Sebbene uomini e donne del XXI secolo siano ormai sempre più vicini nei ruoli, il loro approccio alla cucina resta, spesso, differente. Le “cuoche”, infatti, vivono la loro esperienza ai fornelli con maggiore frenesia e pressioni. Uno stato d’animo spesso legato a retaggi socio-culturali. Per gli uomini è diverso. La scelta di cimentarsi in cucina è frutto di curiosità, della voglia di provare nuove esperienze. Per questo per loro la cucina si trasforma in un sorta di laboratorio creativo. Un luogo dove sperimentare e oltrepassare frontiere prima sconosciute. Proprio per questo, dunque, quando si mettono ai fornelli preferiscono rimanere da soli per vivere a pieno la propria passione. Accettando di buon grado soltanto aiuti “tecnologici”.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag