Pubblicato il

Capelli crespi e ribelli bye bye!

4 semplici rimedi per una chioma perfetta dopo l’estate

capelli crespi
iStock

Capelli crespi: l’incubo della maggior parte delle donne. Ma anche degli uomini. Una chioma curata e in ordine è il sogno di tutti noi, specialmente se è possibile ottenerla in poche, semplici mosse. L’effetto crespo è dovuto principalmente alla mancanza di umidità nei capelli. Ma l’umidità può anche contribuire a crearlo. Come destreggiarsi, allora, in tema di crine? Ecco le “dritte” per porre rimedio ai danni subiti dal mare e dal sole durante l’estate.

Capelli crespi: perché l’effetto “elettrico” e come rimediare

Secondo gli esperti, i capelli perdono umidità durante il giorno. A mezzogiorno, la cuticola, lo strato più esterno del capello, si apre. È così che l’aria esterna penetra nelle fibre creando il fastidioso disordine caratteristico dei capelli crespi. Ecco come affrontare il problema.

Prima di tutto scegliete uno shampoo contenente glicerina. La glicerina deriva dal glicerolo che è un composto organico presente nell’organismo umano. È un composto denso, colloso e dolce. A contatto con l’acqua si scioglie; inoltre è igroscopica, cioè è in grado di trattenere l’acqua a prescindere dall’umidità presente nell’aria. Insomma: favorisce l’idratazione.

Non eliminate il balsamo dai vostri lavaggi. Anch’esso funge da deposito di umidità per i capelli. E insieme ad altri ingredienti idratanti, contribuirà a rendere le chiome più splendenti. Applicatelo sulle lunghezze: la radice del capello deve rimanere poco appesantita. Due volte a settimana, utilizzate solo il balsamo sui capelli crespi. Evitare lo shampoo vuol dire evitare di spogliare la chioma dei suoi oli naturali. Non è necessario lavare i capelli più di due volte a settimana. Il nostro organismo produce da sé i nutrienti adatti a mantenere la chioma sana. È dunque preferibile applicare il balsamo come fosse una maschera di bellezza per poi sciacquarla con cura. Un po’ come applicare la crema idratante giornaliera sul viso.

Capelli crespi: l’utilizzo del phone

Cervicale permettendo, lasciate asciugare i capelli naturalmente almeno per il 90% della totalità. Il phon aggredisce il crine e troppa aria calda toglie umidità, specialmente durante i mesi invernali. Spazzolatevi regolarmente: aiuterete a distribuire gli oli naturali in maniera compatta sulla capigliatura. Le spazzole con setole di cinghiale sono le più adatte.

Quando i capelli sono ancora bagnati, applicate un olio idratante per nutrire ulteriormente la chioma. Poi passate all’asciugatura. Una volta che i capelli sono asciutti per il 90%, utilizzate una spazzola rotonda con setole miste. Potrete farlo anche da asciutti. Le setole di plastica, insieme a quelle di cinghiale svolgeranno il loro compito di aumento di tensione delle fibre. Risultato: capelli lisci!

Altro trucco: applicate un prodotto idratante o per capelli crespi prima di allenarvi. Il sodio contenuto nel sudore ha un effetto disidratante. In piscina, sotto la cuffietta, indossate un panno di cotone: aiuta a trattenere l’umido impedendo al cloro di rovinare le fibre. Dormire con i capelli avvolti in una sciarpa di seta, aiuterà la chioma a non perdere idratazione. Spesso il cotone delle federe dei cuscini assorbono l’umidità. La seta farà in modo che tutti i nutrienti presenti nei capelli rimangano intatti!

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie BeautyTag