Pubblicato il

Pelle impura: come eliminare brufoli e punti neri

Il nemico si può sconfiggere. Per purificare la pelle, e mantenerla sana e idratata, è necessario individuare i cosmetici giusti: ecco i consigli degli esperti

pelle impura
Courtesy of©Voyagerix/iStock

Lo specchio è un severo giudice ed è li pronto a rivelare quanto non si vorrebbe mai vedere. Dire addio alla pelle impura è un sogno di tante ma anche una possibilità per tutte. Il problema infatti non interessa solo le adolescenti: pori dilatati e comedoni sono una minaccia anche per il volto degli adulti.

Pelle impura: origini e rimedi

Partiamo dalle origini. Perché ci ritroviamo a fare i conti con questa tipologia di pelle? Stando a quanto riporta il femminile Cosmopolitan, secondo Heidi Waldorf, dermatologo del Waldorf Dermatology Estetics di Nanuet (New York), la responsabilità sarebbe della genetica. Ebbene sì a determinare il tipo di pelle sarebbe infatti il corredo genetico individuale. Ma non solo. Ad avere il loro peso sono anche l’alimentazione, gli ormoni etc. La domanda da porsi ora è solo una: come liberarsi dalle impurità?

La rivista suggerisce alcuni preziosi escamotage per trattare la pelle in maniera tale da opacizzarla senza però esagerare con la detersione onde evitare di seccarla eccessivamente.

Individuare il giusto alleato di pulizia

Può sembrare un controsenso ma optare per un detergente a base di olio è un’ottima soluzione per trattare la pelle grassa in quanto aiuta a regolarizzare la produzione di sebo. “La tua pelle dovrebbe risultare morbida dopo il lavaggio” – rivela la Dott.ssa Waldorf. Una valida alternativa sono i detergenti a base di acido salicilico il cui effetto esfoliante permette di ottenere una pelle liscia e levigata.

Attenzione al tonico. Sarebbe meglio utilizzarlo una volta (massimo due) alla settimana. Occhio ai prodotti astringenti: “Possono disidratare  la superficie della pelle e risultare irritanti. Le conseguenze? Portano la pelle a produrre più olio del normale” – spiega Jordana Mattioli, medico estetico del Complete Skin di New York.

Idratare con cura

Mai trascurare l’idratazione. Uno dei più grandi errori riscontrati nei pazienti, sia dalla Dott.ssa Waldorf che dalla Dott.ssa Mattioli, è la mancanza di idratazione. “L’idratazione è importante perché aiuta a mantenere intatta la barriera della pelle” – spiega Waldorf. Ciò non significa, necessariamente, ricorrere a creme a base di burro di karitè oppure all’olio di cocco. “Anche se sono utili spesso vanno a ostruire i pori della pelle grassa”– precisa la Dott.ssa Mattioli. Meglio prediligere lozioni leggere o sieri contenenti acido ialuronico o glicerina. Tra i trattamenti utilizzati per il trattamento dell’acne figurano anche i retinoidi. Attenzione a utilizzarli con moderazione, sono piuttosto potenti.

Ricorrere a uno specialista

Mai pensare di potersela cavare da soli. Il parere di un esperto conta. Il fai da te risulta infatti rischioso: si potrebbe peggiorare la situazione rendendo la pelle ancora più difficile da trattare.

Struccarsi, sempre e comunque

Anche il make up ha il suo peso. Chi ha una pelle impura dovrebbe evitare di ricorrere a fondotinta pesanti. Meglio optare per texture più leggere. Indipendentemente dal tipo di prodotto prescelto, esiste una regola fondamentale che permette di scongiurare la comparsa degli odiosi brufoletti: “Mai andare a letto senza essersi struccate. Bisogna ricordarsi che anche la pelle deve (e vuole) respirare”- ha detto il Dottor Bowes.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag