Pubblicato il

Uccelli e ‘ricordini’: come togliere le macchie che lasciano

Sui tessuti, ma anche sulla carrozzeria. Come rimuovere i segni di piccoli ‘incidenti’ quotidiani

uccelli
istockphotos

Dicono che porti fortuna, ma è una magra consolazione di fronte ad un bel cappotto di lana nera macchiato di bianco. E di una sostanza che pulire non è né facile, né piacevole. Parliamo dei ‘ricordini’ degli uccelli, le deiezioni che piovono dal cielo e inzaccherano abiti, capelli, autovetture, arredo urbano e naturalmente i terrazzi di casa. Qualche consiglio per rimuoverne le macchie.

‘Pericolo’ uccelli e macchie sui tessuti

La buona notizia è che non sono macchie particolarmente ostinate su molti tipi di tessuto. Spesso, basta il normale lavaggio in lavatrice per rimuovere i ricordini di piccioni&co. Tuttavia se la deiezione è rimasta per diverse ore a seccare, potrebbe aver intaccato fibre e colori. Innanzitutto, è importante togliere con la punta di un coltello il ‘ricordino’ secco, e in alcuni tessuti porosi come la lana sfregare leggermente con uno spazzolino. Dopodiché si passa al lavaggio normale. Se invece la macchia è fresca, tamponatela con un fazzoletto di carta e poi mettetela subito sotto l’acqua: dovrebbe andarsene subito. In caso di tessuti bianchi mettete dell’acqua ossigenata sul punto da smacchiare per alcuni minuti prima di procedere alla lavatrice. Sui capi colorati che rischiano di stingere, l’aceto bianco sarà perfetto per togliere l’unto fissando il colore.

Carrozzeria flagellata?

Le deiezioni degli uccelli sono dannose per la carrozzeria dell’auto, perché altamente corrosive. Mentre sul parabrezza basterà del sapone neutro, su cofano e tettuccio dovrete intervenire con tempestività. In commercio esistono prodotti specifici per la rimozione degli escrementi di uccelli, che basta spruzzare, lasciar agire e poi rimuovere con un panno umido. Se non avete prodotti a disposizione, bagnate la zona da trattare e lasciare ammorbidire. Procedete quindi ad una leggerissima pressione con un cucchiaio di legno, e quindi con una spugna (non abrasiva). L’importante è non grattare per non rigare la carrozzeria. Naturalmente parcheggiare lontano da alberi, cavi della luce e cornicioni è la migliore prevenzione. Ma se non è evitabile, la cera per automobili da stendere sulla carrozzeria renderà impossibile l’adesione dei ‘ricordini’ di uccelli.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag