Pubblicato il

Dormire al freddo: fa bene e mantiene giovani

Secondo gli esperti la temperatura in camera da letto è fondamentale per la nostra salute

dormire al freddo
iStock

Dormire al freddo non deve equivalere ad una punizione. In realtà c’è una temperatura giusta per la camera da letto. E la scienza ci dice che fa bene alla salute.

Dormire al freddo: i benefici

Quante volte, per il caldo dell’estate o dei termosifoni ci svegliamo stonati e appesantito? Un motivo c’è. Un sonno con troppo tepore non fa bene al nostro organismo.

A rivelarlo, il Dott. Christopher Winter, Direttore Medico di Charlottesville Neurology & Sleep Medicine. In un articolo pubblicato sull’ Huffington Post, l’esperto spiega come raggiungere una buona qualità del sonno.

Winter dice che le nostre camere dovrebbero essere sui 60-67 gradi Fahrenheit. Se la temperatura supera i 75 gradi o è inferiore a 54 gradi, può causare problemi. Perché il numero sul termostato è importante? La nostra temperatura corporea scende e sale naturalmente durante l’arco della giornata. I gradi più elevati si raggiungono nel tardo pomeriggio e quelli più bassi intorno alle 5 del mattino. Il sonno inizia normalmente quando la nostra temperatura corporea si alza. Dormire al freddo, dunque, aiuta ad addormentarsi più velocemente.

Dormire al freddo: più giovani e più magri

La ricerca effettuata presso l’Università del Sud Australia ha rilevato che alcune forme di insonnia si verificano con una scarsa regolazione della temperatura corporea. Una stanza più fresca aiuta il corpo a raffreddarsi abbastanza per raggiungere un livello di sonno più profondo e ristoratore. Dormire in una stanza più calda di 70 gradi impedirà al corpo di rilasciare la melatonina. Si tratta di uno dei migliori ormoni anti-invecchiamento del corpo. Una volta che siamo addormentati in totale oscurità e la nostra temperatura corporea cade, rilascia la melatonina e provoca un lieve raffreddamento nel corpo.

Non solo. Sull’Huffington Post, la neurologa Natasha Turner, afferma che quando la temperatura corporea scende e l’ormone della crescita viene rilasciato, diminuisce l’ormone dello stress – il cortisolo.

Uno studio ha anche scoperto che dormire in una stanza impostata a 66 gradi può aiutare a prevenire alcune malattie metaboliche, come il diabete. I partecipanti non solo hanno bruciato più calorie quando erano svegli. Ma hanno anche quasi raddoppiato la loro quantità di grassi “buoni”.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag