Pubblicato il

Ketchup: il metodo scientifico per versarlo

Un professore di chimica spiega come versare il ketchup dalla bottiglia di vetro senza inondare le patatine

Grafner-istock

Una  delle cose più fastidiose quando si sta per gustare un bel piatto di patatine fritte è il ketchup che si rifiuta di uscire dalla bottiglia. O, ancora peggio, quando colpendo il fondo della bottiglia per farlo fuoriuscire si finisce per inondare tutte le patatine. E’ proprio per evitare tutto questo che sono state inventate le bottiglie in plastica squeeze. Basta schiacciarle e la giusta quantità di salsa scende delicatamente sulle nostre pietanze. Eppure c’è ancora del fascino nelle classiche bottiglie di vetro. Il vetro, innanzitutto, preserva il contenuto più lungo. E, soprattutto, non ne altera il sapore. Se esistesse un metodo infallibile per versare il ketchup, forse in molti tornerebbero al vetro. Ebbene questo metodo esiste. Ed è la scienza a confermarlo. Lo ha rivelato il Daily Mail.

Salsa ketchup

Per dosare il ketchup alla perfezione ci vuole la tecnica

Alan Mackie, professore di chimica all’Università di Leeds, svela che esiste una tecnica per versare correttamente il ketchup. E, naturalmente, non è quella di battere sul fondo della bottiglia. Quello serve solo a fare disastri. Il metodo giusto è quello di dare colpetti delicati al collo della bottiglia. In questo modo il flusso sarà più delicato. E dosare la quantità di salsa risulterà molto più semplice. Niente più ketchup addensato sul fondo della bottiglia. E niente più ondate incontrollate di salsa su hamburger e patatine. Anche una nota marca di ketchup ha confermato recentemente l’efficacia del metodo riportando l’attenzione sulle care vecchie bottiglie di vetro.

2013 design of the year

E’ tutta questione di chimica

Alan Mackie spiega che il motivo per cui la salsa non fuoriesce dalla bottiglia quando la si capovolge è legato alla sua composizione. Il ketchup è formato da particelle di acqua, pomodoro e lunghe catene di polimeri. E sono proprio i polimeri ad agire come addensanti. Battendo sul fondo della bottiglia, provocando una reazione alle catene di polimeri, il suo intero contenuto diventerà liquido fuoriuscendo di colpo tutto in una volta. Colpendo, invece, all’altezza del collo della bottiglia soltanto la salsa contenuta in quella zona del contenitore diventerà liquida. In questo modo sarà molto più semplice dosarne la giusta quantità.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag