Pubblicato il

Aspirapolvere: come passarlo nei luoghi “dimenticati”

Ci sono luoghi in casa in cui anche i più scrupolosi spesso dimenticano di passare l’aspirapolvere. Good Housekeeping rivela quali sono e come pulirli

aspirapolvere
Anmfoto-istock

Il Natale si avvicina ed è normale desiderare di accogliere i propri ospiti in una casa pulita ed impeccabile. Una casa che sia anche salubre ed in perfette condizione igieniche. Nell’effettuare le pulizie domestiche in vista di pranzi e cenoni bisogna ricordare, allora, di andare a pulire con l’aspirapolvere anche quei luoghi che spesso si tralasciano per dimenticanza, pigrizia o difficile accessibilità. Luoghi su cui sarebbe buona abitudine intervenire con una certa regolarità e non soltanto in occasione delle “grandi pulizie” . Good Housekeeping rivela quali sono i luoghi della casa spesso dimenticati e suggerisce come pulirli in maniera rapida e semplice.

Quando lo sporco viene dalle finestre, bisogna passarci l’aspirapolvere

Le finesetre sono uno dei luoghi della casa più complicati da mantenere puliti. Spesso ci si concentra sui vetri ma, anche se sono la parte del serramento in cui lo sporco è più visibile, non rappresentano l’unica fonte di sporciza. Non bisogna mai dimenticare, ad esempio di pulire i davanzali. Spesso non ci si pensa ma la polvere che ci si deposita sopra rischia di essere sparsa in tutta casa ogni volta che si apre e chiude la finestra. Tenerli puliti non è difficile. Basta passarci regolarmente l’aspirapolvere, oppure un panno umido che rimuova i depositi di sporcizia.

Mezz'ora di pulizie

Le tende non sono meno insidiose. La polvere che vi si accumula rischia di  essere mandata in giro per tutta casa con un semplice spostamento d’aria. Per evitarlo occorre intervenire con una certa regolarità.La manutenzione è un po’ più complessa di quella dei davanzali ma può essere effettuata in poche mosse. Basta ricorrere allo strumento per fessure fornito in dotazione con l’aspirapolvere. Passandolo su e giù su tende e veneziane una volta a settimana, il gioco è fatto.

Aspirare via lo sporco da divani, poltrone e arredi “morbidi”

Tappezzerie, divani, poltrone e cuscini non sono molto differenti dalle tende. Sono anch’essi un ricettacolo di sporcizia, specialmente nei piccoli interstizi spesso dimenticati. Lo strumento per tappezzeria dell’aspiravolrere si rivelerà molto utile allo scopo. Mentre quello per le fessure sarà un alleato prezioso per rimuovere briciole, polvere e sporcizia depositata tra cuscini, schienali e braccioli di poltrone e divani. Le setole delle scope non possono essere considerate un arredo. Ma sono un importante strumento per le pulizie domestiche. Pertanto, se non si provvede a tenerle pulite, il loro utilizzo servirà soltanto a spargere altra sporcizia per la casa. Anche in questo caso l’aspirapolvere può rivelarsi molto utile. Sarà, infatti, in grado di rimuovere dalle setole anche la polvere che non è andata via sbattendo la scopa sul davanzale.

Rimuovere la polvere in camera da letto per dormire meglio

Dormire in un ambiente salubre è estremamente importante per la propria salute. Per questo non bisogna dimenticare che materassi e cassetti possono diventare la dimora perfetta per gli acari. Per evitare che la polvere ristagni nei propri cassetti finendo anche sugli abiti, occorre pulirli periodicamente. Lo stesso bisognerebbe fare per quelli della cucina. Un po’ più complessa la pulizia del materasso, ma in questo caso non è necessario intervenire settimanalmente. Innanzitutto occorre accertarsi che il proprio materasso sia idoneo alla pulizia con l’aspirapolvere. Nel caso lo sia, basterà passarcerlo una volta al mese. E rigirarlo ogni sei, in modo da garantire un’usura uniforme.

Anche l’elettronica necessita di pulizia

Una volta pensato agli arredi e ai complementi, non bisogna dimenticare che anche i prodotti di elettronica necessitano di intervento. La tastiera del computer, ad esempio, è uno dei luoghi in cui si annida più polvere e sporcizia. Per rimuoverla basta intevenire con la spazzola piccola dell’aspirapolvere. Oppure con il più classico dei metodi: un foglietto notes adesivo ripiegato e passato lungo i bordi dei tasti. Anche gli altoparlanti sono noti per attirare un bel po’ di polvere. Spesso si pensa che basta far loro “pompare” un po’ di musica per spingerla via. Ma a volte non è sufficiente. In tal caso meglio usare la spazzola, ma con delicatezza. E’ consigliabile effettuare la stessa operazione attorno a cavi, spine e spinotti per evitare che la polvere ci si depositi.

La stessa attenzione andrebbe riservata agli elettrodomestici ed al frigorifero in particolare. Basterà scostarlo leggermente dalla parete per accorgersi che attorno alla bobina del condensatore si accumula un’enorme quantità di polvere. Rimuoverla con regolairtà con l’accessorio per fessure non è un’operazione particolarmente complessa. La nostra salute ringrazierà. Ed anche quella del frigorifero che funzionerà più a lungo e con maggiore efficienza.

 

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie CasaTag