Pubblicato il

Aspirapolvere: come passarlo nei luoghi “dimenticati”

Ci sono luoghi in casa in cui anche i più scrupolosi spesso dimenticano di passare l’aspirapolvere. Good Housekeeping rivela quali sono e come pulirli

aspirapolvere
Anmfoto-istock

E’ normale voler vivere in una casa pulita ed impeccabile.  Una casa che sia anche salubre e in perfette condizione igieniche. Nell’effettuare le pulizie domestiche bisogna ricordare di andare a pulire con l’aspirapolvere anche quei luoghi che spesso si tralasciano per dimenticanza, pigrizia o difficile accessibilità. Luoghi sui quali sarebbe buona abitudine intervenire con una certa regolarità e non soltanto in occasione delle “grandi pulizie” . Good Housekeeping rivela quali sono i luoghi della casa spesso dimenticati e suggerisce come pulirli in maniera rapida e semplice.

Quando lo sporco viene dalle finestre bisogna passarci l’aspirapolvere

Le finestre sono uno dei luoghi della casa più complicati da mantenere puliti. Spesso ci si concentra sui vetri ma, anche se sono la parte del serramento in cui lo sporco è più visibile, non rappresentano l’unica fonte di sporcizia. Non bisogna mai dimenticare, ad esempio di pulire i davanzali. Spesso non ci si pensa ma la polvere che ci si deposita sopra rischia di essere sparsa in tutta casa ogni volta che si apre e chiude la finestra. Tenerli puliti non è difficile. Basta passarci regolarmente l’aspirapolvere, oppure un panno umido che rimuova i depositi di sporcizia.

Mezz'ora di pulizie

Le tende non sono meno insidiose. La polvere che vi si accumula rischia di essere mandata in giro per tutta la casa con un semplice spostamento d’aria. Per evitarlo occorre intervenire con una certa regolarità. La manutenzione è un po’ più complessa di quella dei davanzali, ma può essere effettuata in poche mosse. Basta ricorrere allo strumento per fessure fornito in dotazione con l’aspirapolvere. Passandolo su e giù su tende e veneziane una volta a settimana, il gioco è fatto.

Aspirare via lo sporco da divani, poltrone
e arredi “morbidi”

Tappezzerie, divani, poltrone e cuscini non sono molto differenti dalle tende. Sono anch’essi un ricettacolo di sporcizia, specialmente nei piccoli interstizi spesso dimenticati. Lo strumento per tappezzeria dell’aspiravolrere (in questo articolo su Consigli sono descritti alcuni modelli) si rivelerà molto utile allo scopo. Mentre quello per le fessure sarà un alleato prezioso per rimuovere briciole, polvere e sporcizia depositate tra cuscini, schienali e braccioli di poltrone e divani. Le setole delle scope non possono essere considerate un arredo. Ma sono un importante strumento per le pulizie domestiche. Pertanto, se non si provvede a tenerle pulite, il loro utilizzo servirà soltanto a spargere altra sporcizia per la casa. Anche in questo caso l’aspirapolvere può rivelarsi molto utile. Sarà, infatti, in grado di rimuovere dalle setole anche la polvere che non è andata via sbattendo la scopa sul davanzale.

Rimuovere la polvere in camera da letto per dormire meglio

Dormire in un ambiente salubre è estremamente importante per la propria salute. Per questo non bisogna dimenticare che materassi e cassetti possono diventare la dimora perfetta per gli acari. Per evitare che la polvere ristagni nei propri cassetti finendo anche sugli abiti, occorre pulirli periodicamente. Lo stesso bisognerebbe fare per quelli della cucina. Un po’ più complessa la pulizia del materasso, ma in questo caso non è necessario intervenire settimanalmente. Innanzitutto occorre accertarsi che il proprio materasso sia idoneo alla pulizia con l’aspirapolvere. Nel caso lo sia, basterà passarcelo una volta al mese. E rigirarlo ogni sei, in modo da garantire un’usura uniforme.

Anche l’elettronica necessita di pulizia

Dopo aver pensato agli arredi e ai complementi, non bisogna dimenticare che anche i prodotti di elettronica necessitano di intervento. La tastiera del computer, ad esempio, è uno dei luoghi in cui si annida più polvere e sporcizia. Per rimuoverla basta intervenire con la spazzola piccola dell’aspirapolvere. Oppure con il più classico dei metodi: un foglietto notes adesivo ripiegato e passato lungo i bordi dei tasti. Anche gli altoparlanti attirano un bel po’ di polvere. Spesso si pensa che basta far loro “pompare” un po’ di musica per spingerla via. Ma a volte non è sufficiente. In tal caso meglio usare la spazzola, ma con delicatezza. E’ consigliabile effettuare la stessa operazione attorno a cavi, spine e spinotti per evitare che la polvere vi si depositi.
La stessa attenzione andrebbe riservata agli elettrodomestici e al frigorifero in particolare. Basterà scostarlo leggermente dalla parete per accorgersi che attorno alla bobina del condensatore si accumula un’enorme quantità di polvere. Rimuoverla con regolarità con l’accessorio per fessure è un’operazione piuttosto semplice. La nostra salute ringrazierà. E anche quella del frigorifero che funzionerà più a lungo e con maggiore efficienza.

Aspirapolvere tradizionale o senza fili?

Prima dell’acquisto di un aspirapolvere è importante valutare bene le proprie esigenze poiché ve ne sono in commercio tantissimi e variano per le caratteristiche tecniche, il prezzo e il livello tecnologico che è sempre più avanzato. Si può scegliere il classico aspirapolvere a traino o la scopa elettrica con filo, oppure si può optare per una scopa elettrica cordless estremamente compatta e performante, ma anche per un robot capace di mappare la casa ed effettuare pulizie intelligenti. Per prima cosa bisogna tenere conto delle dimensioni della propria casa, del tipo di pavimenti, della quantità di mobili e della frequenza con cui si utilizza l’aspirapolvere. Poi si deve prestare attenzione ai consumi, al sistema di filtrazione, agli accessori in dotazione e alla potenza di aspirazione.

L’aspirapolvere a traino è il più classico degli apparecchi per l’aspirazione domestica. Ha un corpo macchina più o meno ingombrante e una spazzola collegata a un tubo metallico estendibile. I modelli più datati dispongono di un sacco usa e getta per la raccolta dello sporco, quelli di ultima generazione hanno un serbatoio con una capienza variabile che deve essere svuotato e pulito periodicamente. Questo tipo di aspirapolvere è di solito quello più potente. Tuttavia, è poco pratico nel caso si possieda una casa con molti mobili oppure su più piani. Generalmente ha in dotazione una o più spazzole per la pulizia di superfici dure, moquette e tappeti.
In questa categoria la scelta di Amazon ricade sul modello Hoover RC 25. Con il suo contenitore da 2 litri e la classe energetica A+ garantisce elevate performance grazie alla tecnologia senza sacco ciclonica e un basso livello di manutenzione del filtro. Ideale per chi soffre di allergie, l’aria riemessa nell’ambiente è sempre pulita, grazie all’efficacia di filtrazione del 99,98%.

La scopa elettrica con filo ha il vantaggio di essere compatta quindi è più maneggevole. Perfetta per coloro che dispongono di poco spazio in casa. Da valutare prima dell’acquisto, la lunghezza del cavo per muoversi agevolmente e l’impugnatura che consenta una presa comoda e salda. Può essere con sacco o serbatoio, ma avendo una capienza minore deve essere svuotata più frequentemente. Il punto di forza sono i consumi ridotti rispetto ai classici aspirapolvere a traino.
Imetec Piuma+ C2-200 è leggerissima, pratica e silenziosa. Usa la tecnologia ciclonica senza sacco, ha filtro Hepa ipoallergenico ed è di classe energetica A+. Ha una spazzola unica per tutte le superfici della casa: ceramica, tappeti e parquet.

La scopa elettrica senza fili è l’ideale per chi ha un piccolo appartamento ed effettua le pulizie molto rapidamente. Garantisce prestazioni a volte superiori a quelle delle scope elettriche con filo. Caratteristica fondamentale è l’autonomia della batteria che per un prodotto di media qualità va dai 25 minuti a un’ora circa.
Proscenic I9 ha una potenza di aspirazione che arriva a 22000 Pa. Leggera, semplice da usare e veloce da pulire, si regola automaticamente in base alla quantità di polvere e ha una comoda base dove tenere in ordine sia l’aspirapolvere che gli accessori, ma soprattutto si può ricaricare la sola batteria dal momento che è rimovibile. Tra gli accessori, una spazzola perfetta per eliminare i peli di cani o gatti e per la pulizia di letti e divani. Ha una comoda luce a led frontale per vedere in controluce eventuali residui. Ottimo il rapporto qualità-prezzo, nulla da invidiare alle marche più note.

Il robot aspirapolvere è la scelta giusta per chi ha poco tempo per le pulizie. È la novità più significativa del settore. Dotato di una tecnologia intelligente, nei modelli più sofisticati dispone di sensori ottici capaci di fare una mappatura delle stanze.
Bagotte BG600 offre ottime prestazioni ed è ultrasilenzioso. Ha una batteria ad alta capacità che garantisce oltre 100 minuti di pulizia, è programmabile e quando il ciclo di pulizia è completo oppure il livello della batteria è basso, ritorna automaticamente alla base per la ricarica. Essendo ultrasottile arriva senza problemi sotto letti e divani. Inoltre, grazie ai sensori a infrarossi e anticaduta, rileva ed evita ostacoli e scale. Il robot è facilissimo da usare così come la sua manutenzione.

 

 

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie CasaTag