Pubblicato il

Materiali sintetici che fanno ingrassare

Una recente ricerca avrebbe dimostrato il legame tra alcuni materiali sintetici ed il rallentamento dei processi metabolici rendendo più difficile la perdita di peso

Materiali sintetici
Berezko-istock

I materiali sintetici potrebbero essere una delle cause dell’aumento di peso. Lo sostiene un gruppo di ricercatori che ha recentemente analizzato gli effetti delle sostanze perfluoroalchiliche (PFAS) sull’organismo. Queste sostanze chimiche sono presenti in alcuni involucri alimentari e in capi di abbigliamento sintetici. I contenitori per i panini e le patatine dei fast food, ad esempio, presentano un rivestimento interno resistente all’acqua e all’olio. Sono proprio questi rivestimenti a contenere PFAS. Anche alcuni tappeti e capi di abbigliamento che presentano trattamenti anti acqua e anti olio ne sono ricchi. I ricercatori che hanno condotto lo studio si sono domandati se il contatto con questi materiali sintetici può rivelarsi dannoso per l’organismo. I risultati si sono rivelati alquanto sorprendenti. Il Daily Mail spiega perchè.

Dimagrire

I materiali sintetici ostacolano i processi di dimagrimento

Lo studio condotto dalla Harvard’s School of Public Health avrebbe, infatti, riscontrato un collegamento tra gli PFAS  e alcuni problemi di metabolismo. Sembrerebbe, infatti, che un’elevata concentrazioni di queste sostanze nel sangue rallenterebbe i processi metabolici. Rendendo, dunque, più difficile perdere peso e mantenersi in forma. Un metabolismo lento, infatti, provoca un minore consumo di calorie da parte dell’organismo. E questo determina una maggiore tenedenza a prendere peso. Oltre che negli involucri dei fasti food, gli PFAS sono presenti in altri materiali sintetici. Dai sacchetti per pop-corn da microonde sino agli indumenti impermeabili e ai tappeti con trattamento antimacchia. La presenza degli PFAS nel sangue è determinata dal consumo di alimenti che li abbiano assorbiti dai propri imballi. Oppure dal contatto della pelle con i tessuti sintetici che li contengono.

perdere peso

La ricerca e i suoi risultati

Per giungere a questi risultati, gli studiosi di Harvard hanno osservato 621 soggetti obesi o in sovrappeso per un periodo di due anni. Nei primi 18 mesi tutti i soggtti hanno perso peso, mentre nei sei successivi hanno ripreso alcuni dei chili persi. Ebbene, esaminando le analisi del sangue, i ricercatori avrebbero individuato un legame tra PFAS e aumento di peso. I soggetti che presentavano una maggiore concentrazione di PFAS nel sangue erano, infatti, anche quelli che avevano preso più chili degli altri. Sembra, dunque, evidente il collegamento tra queste sostanze presenti in alcuni materiali sintetici ed una maggiore difficoltà a perdere peso.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag