Pubblicato il

Mangiare lentamente per non aumentare di peso

Secondo uno studio, mangiare piano è una delle abitudini alimentari che più aiutano a mantenere la linea

mangiare lentamente
istockphotos

Chi ‘divora’ i propri pasti velocemente sarebbe più soggetto ad ingrassare. Mentre chi mastica a piccoli bocconi, con calma, assaporando il cibo, avrebbe più probabilità di mantenere un peso forma. E’ il risultato di uno studio pubblicato su BMJ Open (fonte), che ha preso in considerazione alcune abitudini legate al consumo dei pasti e il peso corporeo. Mangiare lentamente sarebbe un’abitudine assai favorevole al mantenimento della linea.

Abitudini alimentari sane: mangiare lentamente

Lo studio è stato condotto prendendo in considerazione un campione di 60.000 soggetti con diabete in Giappone. Dal 2008 al 2013 questi soggetti si sono sottoposti ad esami clinici, misurazioni del giro vita e dell’indice di massa corporea, analisi del sangue, funzioni epatiche. Nel frattempo, sono state catalogate le loro risposte a dei test sulle abitudini alimentari e stile di vita. Incrociando tutti i dati, è emerso che le persone più sane e vicine al peso ideale erano quelle che dichiaravano di mangiare lentamente. E tra i soggetti che negli anni hanno rallentato il loro modo di mangiate i risultati hanno confermato una migliore forma fisica.

Naturalmente sono stati presi in considerazione diversi altri fattori che potevano influire. Ma in linea di massima, è emerso che coloro che usano mangiare lentamente hanno il 42% in meno di possibilità di essere obesi.

Altre abitudini che influiscono

Lo studio ha evidenziato un’altra ricorrenza tra coloro che erano più vicini al peso forma. Ovvero, il fatto che non mangiavano snack dopo cena. Smettere di mangiare almeno 2 ore prima di andare a dormire è stato collegato ad un inferiore indice di massa corporea. Così come il fare colazione. Al contrario, chi la salta ha più probabilità di avere problemi di linea.

Come sottolineano i ricercatori stessi, si tratta di uno studio condotto sulla mera osservazione. Non si possono quindi trarre conclusioni definitive. Inoltre, la ‘velocità’ con cui si mangia è stata valutata in modo soggettivo dai partecipanti. Tuttavia fornisce alcuni dati interessanti da approfondire. In ogni caso, mangiare lentamente è già risaputamene utile nel migliorare la digestione. Inoltre, vi sono studi che collegano la masticazione veloce ad una ridotta tolleranza al glucosio e insulino-resistenza.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie PeopleTag