Pubblicato il

Come conservare e preservare gli avanzi dei cibi

Lo spreco di alimenti è un vero peccato, ecco perché è sempre consigliabile conservare al meglio e consumare gli avanzi dei cibi

avanzi dei cibi
istockphoto.com

Gli avanzi dei cibi per un nuovo pasto

Tante volte capita di non terminare il pranzo o la cena preparati, ritrovandoci con gli avanzi dei cibi, pronti per diventare un nuovo pasto. Lo spreco alimentare è infatti sempre da evitare, sia per una questione etica che economica. Allo stesso tempo, però, occorre conoscere il modo giusto per conservare e preservare la bontà dei cibi cotti avanzati. Ciò per non rischiare che si guastino, diventando disgustosi o peggio pericolosi per la nostra salute.

Come conservarli

La prima regola da seguire, che vale per tutti i cibi cotti, è quella del raffreddamento prima di inserirli in frigo. Per accelerare il processo di ricette molto calde, possiamo trasferire dalla pentola ad un piatto piano il preparato. Una volta freddo possiamo inserirlo in un contenitore adatto nel frigorifero. Un altro consiglio è quello di dividere gli avanzi di cibo in monoporzioni, sia se decidiamo di conservarli in frigorifero che in freezer. Saranno più comode da riscaldare al microonde. Ricordiamo, infatti, che non è salutare scaldare più volte gli avanzi, dunque è bene tirar fuori solo la porzione che consumeremo.

Vari tipi di pietanze

Ovviamente, poi, i metodi di conservazione variano a seconda del tipo di avanzi di cibo. Ad esempio, il riso cotto andrà raffreddato fuori dal frigorifero per non più di un’ora. Poi può essere conservato in frigo massimo per un giorno. Il pollo cotto al forno, invece, potrà mantenersi in frigorifero per tre giorni. Può anche essere congelato dopo la cottura, se pure era stato già congelato da crudo. Stesso discorso vale per la carne rossa. Unica accortezza, la consistenza di bistecche e fettine potrebbe rovinarsi se scaldata al microonde. Consigliamo quindi di scaldare in padella, qualche minuto per lato o mangiare fredde magari con delle salse.

Le verdure

Anche le verdure a foglia verde cotte e le patate cotte in qualsiasi modo si conservano bene in frigorifero per circa 3 giorni. Per riscaldarle, però, consigliamo il forno anziché il microonde: in tal modo preserveremo la croccantezza. I legumi in scatola, invece, per essere correttamente conservati in frigorifero dopo l’apertura, vanno inseriti in un contenitore che non sia metallico. E tenuti ovviamente in frigorifero per pochi giorni. In questo articolo vi spieghiamo come conservare le verdure in frigorifero.

Contenitori per alimenti

Per chi volesse una guida pratica e veloce per scegliere il giusto contenitore per ogni alimento, vi rimandiamo sul sito Consigli.it dove ne è stato analizzato uno per stati ogni esigenza.  Consigliata anche la macchina per il confezionamento sottovuoto, come questa proposta da Amazon, in particolare, che può mantenere gli alimenti freschi fino a 8 volte più a lungo rispetto ai sacchetti con cerniera, fondamentalmente a seconda del tipo di cibo, impedisce la bruciatura del congelatore, riduce le perdite e gli sprechi di cibo. Un vantaggio in più è che viene fornita con una prova gratuita di 1 mese e una garanzia di 2 anni.

 

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie Food