Pubblicato il

Trecce, come avere capelli sempre in ordine

Le acconciature viste sulle passerelle sono un sogno per ogni donna. Farle a casa è utopia? No. Parola di Damien Boissinot, noto hair stylist francese

trecce capelli
Courtesy of© Vesnaandjic/iStock

Il caldo, a volte, è nemico. Soprattutto quando si parla di bellezza e si tenta di dare la giusta piega ai capelli. Tra le acconciature più gettonate per avere una testa sempre in ordine ci sono loro, le trecce. Negli ultimi anni l’arte dell’intreccio è molto in voga. Che siano semplici, alte, laterali o a spina di pesce le trecce sono la soluzione vincente per affrontare ogni situazione: che si tratti di una giornata in piscina o di una serata mondana.

Perché piacciono? Sono decisamente romantiche. E, ovviamente, urlano creatività.

 Spesso però si pensa che realizzare un’acconciatura di questo genere sia al di là delle proprie capacità.

Trecce fai da te: la guida

Provare per credere: il lavoro potrebbe essere più semplice del previsto. Al fine di sfoggiare capelli all’altezza delle più prestigiose sfilate è possibile fare tesoro dei consigli riportati dalla rivista francese Marie Claire che, chiedendo il supporto al famoso hair stylist Damien Boissinot, ha impartito vere e proprie tips a tutte le beauty addicted.

Treccia africana

Lo stile etnico ha sempre il suo perché. Per un look molto fresco e sbarazzino si può prendere esempio dalla treccia africana che, a differenza di quella tradizionale, rimane attaccata al capo. Sono tante le varianti ma vale la pena iniziare dalle cose semplici realizzando due trecce (ultra simmetriche) che, partendo dalla fronte, interessano tutte le lunghezze. Non c’è che dire, l’effetto finale è decisamente di grande impatto.

Treccia hippy

Le trecce non devono necessariamente interessare tutti i capelli. E’ possibile dare un tono hippy al proprio look, in perfetto stile Coachella, e realizzare delle mini trecce pronte a dare il giusto movimento alla chioma. Al fine di risultare perfette, dovrebbero partire dalle tempie.

Treccia&bun

Quando l’eleganza del bun incontra il romanticismo della treccia, il risultato non può che essere vincente. Viene fuori un raccolto ordinato e decisamente raffinato. Per impreziosire il tutto basta aggiungere l’accessorio giusto, come un bel nastro o un foulard.

Treccia e chignon

Rimanendo a tema due acconciature in una, stile sofisticato e ultramoderno quello che rende protagonista lo chignon alto. E’ chic e classico. A ravvivare il tutto sono poi le trecce alla francese, sottili e delicate, realizzate partendo dalla nuca. Pere avere un’idea di questa pettinatura, basta dare uno sguardo ai lavori realizzati per Dior dal talentuoso Guido Palau, uno degli hair stylist più famosi e apprezzati dal fashion system.

Treccia destrutturata

Per un look più messy e molto folk, meglio optare per una treccia destrutturata. L’effetto spettinato ha il suo fascino. Questo tipo di acconciatura, inoltre, è ideale per chi ha i capelli secchi. Una volta finito il gioco di intrecci, basta fissare il tutto con della pasta modellante.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag