Pubblicato il

Stress da vacanza, cosa lo provoca e come prevenirlo

Per molti italiani la partenza estiva è fonte di ansia. Ecco le principali cause dello stress da vacanza ed i modi per combatterlo e partire felici

Stress da vacanza
stanciuc-istock

Le ferie dovrebbero essere il periodo dell’anno in cui ci si rilassa di piú. Quello in cui si mettono da parte le preoccupazioni quotidiane e ci si dedica solo a sè stessi. Eppure la partenza estiva per molti italiani la partenza si rivela una fonte di ansia. Lo stress da vacanza è piú diffuso di quanto si possa immaginare. A dimostrazione di come, talvolta, staccare la spina sia più facile a dirsi che a farsi. Una recente ricerca del sito di viaggi online lastminute.com lo ha confermato svelando quali sono le dieci principali cause dello stress da vacanza.

Cosa provoca lo stress da vacanza

Un viaggio, dunque, può provocare piú preoccupazioni di quanto non sembri. Ciò che mette maggiormente apprensione nel momento di organizzarsi per la partenza è la sensazione di aver dimenticato di fare qualcosa di importante prima di partire. Non manca, inoltre, chi si preoccupa per i trasferimenti da e per gli aeroporti. E chi, invece, entra nel panico al momento di fare i bagagli.

bagagli impeccabili

Anche il pensiero dei documenti di viaggio e le procedure burocratiche può causare stress da vacanza. Così come la paura di abbandonare la routine quotidiana e quella di non riuscire a godere a pieno della meta prescelta. Alcuni viaggiatori vanno in apprensione per l’eventuale assenza del wi-fi presso il proprio alloggio. Altri temono il momento del passaggio di consegne e dello smaltimento della posta elettronica. Non manca, infine, chi teme di dover rinunciare a partire all’ultimo momento.

Come partire tranquilli e senza pensieri

Proprio per evitare tutte queste preoccupazioni e non farsi rovinare le ferie dallo stress da vacanza, lastminute.com ha stilato una lista di consigli da seguire man mano che si avvicina il momento della partenza. Suddividersi con i compagni di viaggio i compiti relativi alla pianificazione del viaggio evita, innanazitutto, ansie e stress. I trasferimenti da e per l’aeroporto possono essere programmati con anticipo. Spesse volte basta chiedere alla struttura presso cui si alloggia, la quale potrebbe mettere a dsposizione dei suoi ospiti un servizio del genere. Una classica to do list al momento di fare i bagagli renderà il compito più semplice. Ed eviterà brutte sorprese all’arrivo. Così come un controllo dei documenti di viaggio. Una fotocopia del documento di identità da tenere nella memoria del proprio smartphone potrebbe, inoltre, tornare utile in caso di smarrimento del portafogli.

Quando si parte si dovrebbe cercare quanto più possibile di staccare la spina. Cominciando, ad esempio, col dimenticarsi l’orologio. Quello di cui bisognerebbe, invece, ricordarsi è di procurarsi una guida della meta scelta. Sfogliandone le pagine ed appuntandosi in anticipo i luoghi che si desidera vedere si potranno evitare rimpianti al momento del rientro. Chi desidera rimanere sempre connesso potrà verificare prima di partire le opzioni del proprio gestore di telefonia per la navigazione all’estero. E potrà scegliere di alloggiare in una struttura che mette a disposizione dei prorpi ospiti la connessione wi-fi.

Il modo migliore per non preoccuparsi delle e-mail è quello di impostare una risposta automatica. In questo modo chi scriverà avrà la certezza di ricevere riscontro una volta rientrati. Una pianificazione del lavoro e delle scadenze prima della partenza aiuterà a smaltire gli adempimenti più importanti. Ed un’assicurazione di viaggio consentirà di gestire con maggiore tranquillità la spiacevole eventulità di dover cancellare la propria prenotazione.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie Tempo liberoTag