Pubblicato il

Consigli per un viaggio in camper con i bambini

Cosa fare per trascorrere al meglio un viaggio con tutta la famiglia nella casa mobile

camper
iStock

Yescapa è la piattaforma di camper-sharing leader in Europa. Il sito rende semplice e sicura la condivisione di camper, van e furgoni camperizzati tra privati. Proponendo una soluzione chiavi in mano per un viaggio itinerante in totale libertà e sicurezza. I viaggi in camper sono spesso un sogno per grandi e piccoli. Ma se per gli adulti è un affascinante inno alla libertà, per i più piccoli potrebbe essere noioso dopo i primi tempi. Ecco, dunque, come sopravvivere ad un viaggio in camper on the road con tutta la famiglia.

Vacanze in camper, i consigli giusti


Pianificare il percorso prima della partenza
Viaggiando con bambini non ci si può permettere di improvvisare. Il viaggio va pianificato prima della partenza. Occorre
-fare il check della vettura
– programmare le tappe
– calcolare che non passino troppe ore tra una tappa e l’altra
– se i bambini sono grandi è consigliabile farli partecipare ai preparativi

Sicurezza in viaggio
Se si viaggia con bambini molto piccoli, assicurate il lettino di vostro figlio con delle sponde. E foderate le pareti con i paracolpi. Controllate che il bambino sia sempre sul seggiolino conforme alla normativa europea in base alla sua età.

Organizzare gli spazi: minimalismo e rispetto per l’ambiente
Un camper ha spazi limitati. Ai piccoli va insegnato a portarsi dietro solo i giochi di cui proprio non possono fare a meno. Se i bambini sono già più grandicelli vanno dedicati loro un paio di stipetti  in cui possono porre in ordine le proprie cose. Anche la dispensa va organizzata con criterio per evitare sprechi. Da avere sempre a portata di mano bottiglie di acqua potabile nel caso in cui ci si fermi in luoghi in cui l’acqua non è del tutto sicura, e dei biscotti come snack d’emergenza.

Dove far sostare i camper

Scegliere le aree di sosta attrezzate
Per le soste, scegliete sempre aree attrezzate libere di camper service. Sono dotate anche di elettricità (allacciamento 220 V) e acqua potabile, di cui è bene fare rifornimento. Verificate inoltre che nelle zone scelte ci siano strutture per far scorrazzare i bambini liberi senza correre rischi.

Parcheggiare
Oltre a pianificare le soste in anticipo magari con l’ausilio delle apposite up si può contare sui giardini dei privati. Così come su Yescapa è possibile condividere un camper con un privato, gli iscritti al sito Gardensharing aprono il proprio giardino a viaggiatori. Che possono sostare con il proprio van, oppure sistemarsi nelle aree attrezzate con yurte, camper, case di legno, case sull’albero.

Intrattenere e distrarre i bambini
Per i bambini la meta non arriva mai. Distraeteli con giochi, filastrocche, canzoni o magari raccontando aneddoti sui luoghi che state percorrendo. Cosi le immagini restano ancora più impresse nella memoria. Coinvolgeteli anche nelle attività di routine, quando ci si ferma. Fatevi aiutare nelle cose che possono essere alla loro portata, dalla sistemazione della dispensa al riempimento di una tanica di acqua. In questo modo, non si annoieranno mai.

Abituare i bambini al camper con un viaggio breve
Il consiglio di Yescapa è quello di non effettuare il primo viaggio in camper con i bambini verso una destinazione lontana. Meglio prepararli trascorrendo un fine settimana a pochi chilometri da casa e, piano piano, aggiungere altri chilometri al percorso.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ViaggiTag