Pubblicato il

Le regole per fare buona impressione al primo incontro

Stretta di mano e contatto visivo sono molto importanti

Come fare buona impressione
iStock

Come fare buona impressione al primo incontro con una persona che non si conosce o che si conosce poco, è un obbiettivo di molti. Anzi più che obbiettivo direi preoccupazione visto che i fattori in gioco sono moltissimi.

LEGGI ANCHE: 13 MODI SCIENTIFICI PER ESSERE PRESI SUL SERIO

Che si tratti infatti di un primo incontro di lavoro, di un appuntamento o di una relazione interpersonale di altro genere, bisogna stare attenti a non sbagliare. La prima impressione infatti è fondamentale per fare colpo sull’altro. Come non sbagliare quindi? Ecco 3 consigli pratici da tenere a mente.

Come fare buona impressione al primo incontro: le regole

Il magazine Business Insider ha pensato bene di chiedere all’esperto John Rampton alcuni consigli pratici per fare buona impressione.

La stretta di mano è fondamentale

Secondo l’esperto una stretta di mano ferma, energica e convinta, è un ottimo modo per cominciare.

Addirittura l’esperto consiglia di esercitarsi con un amico o con un conoscente in maniera preventiva per ottenere una stretta di mano all’altezza delle aspettative.

Portare avanti una conversazione con la giusta tempistica

Spesso molte persone tendono a voler parlare in maniera frettolosa e aggressiva nei confronti di chi hanno davanti. Alcune persone tendono infatti a voler prevaricare e a non lasciare spazio a silenzi e risposte altrui. Invece non bisogna avere paura di lasciare all’altro la possibilità di esprimersi. Quindi non correte troppo quando si tratta di conversare per la prima volta.

Mantenere il contatto visivo

Altro aspetto fondamentale è il mantenimento del contatto visivo. Quando parlate guardate negli occhi la persona e dategli la sensazione di ascoltarla. La cosa migliore sarebbe quella di alternare contatto visivo a fisso a momenti di alternanza.

Insomma un contatto che faccia sentire partecipi ma che allo stesso tempo non sia troppo invadente e coercitivo. Alla fine si tratta di riuscire a convivere con il prossimo in armonia. Non è facile, ma ci si può riuscire con un po’ di autodisciplina.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag