Pubblicato il

Fisico a mela? Rischi un’infiammazione al cervello


Un aumento del grasso addominale, soprattutto negli uomini, può causare problemi infiammatori: parola dei ricercatori dell’University of California

infiammazione cervello
Courtesy of©sssimone/iStock

Ogni individuo ha un fisico diverso. Quante volte abbiamo sentito parlare di forma a mela o pera? Cosa si intende citando questi frutti? Nel primo caso si parla di persone che tendono ad accumulare adipe nel punto vita. Nel secondo, invece, il grasso si deposita prevalentemente su fianchi, cosce o sedere. A quanto pare, coloro che appartengono alla prima categoria, hanno un rischio più elevato di ritrovarsi a fare i conti con un’ infiammazione del cervello.

Infiammazione del cervello, un problema prevalentemente maschile

Stando a quanto si legge sul Daily Mail, ad affermarlo sono stati i ricercatori dell’University of California con la loro ricerca pubblicata su Frontiers in Immunology.
 
Gli autori hanno scoperto che, tra le persone sane, questo rischio interessa prevalentemente gli uomini. La professoressa Djurdjica Coss, a capo dello studio, insieme al suo team ha analizzato i topi maschi per tre settimane. Ebbene sì, anche loro tendono ad accumulare adipe sull’addome quando ingrassano.

L’esperimento

Alcuni degli animali dello studio sono stati nutriti con una dieta ricca in grassi. Altri, invece, hanno seguito un regime alimentare standard. Gli autori hanno poi effettuato dei prelievi ematici per determinare in che modo le loro diete avessero influenzato i loro livelli ormonali. I risultati suggeriscono che i ratti maschi obesi, oltre ad accumulare grasso a livello addominale, correvano un maggior rischio di sviluppare problemi infiammatori. Non solo.

Avevano anche un basso livello di testosterone, nonché una riduzione del numero degli spermatozoi. Le femmine obese, invece, avevano immagazzinato il grasso in eccesso sotto la pelle. Hanno dimostrato di avere una minore propensione all’infiammazione.
 
“I topi con una dieta ricca in grassi sviluppano la sindrome metabolica analogamente agli umani obesi. Ovvero una costellazione di patologie che include il diabete di tipo 2 e una ridotta sensibilità all’insulina”. I topi femmina, se nutriti con la stessa dieta ad alto contenuto in grassi dei maschi, impiegano più tempo per aumentare di peso.

Questo probabilmente perché i topi di sesso femminile, a seguito della gravidanza, sono già preparati ai cambiamenti naturali del corpo.
 
“Mentre sono in sovrappeso, le donne sono più protette degli uomini dall’infiammazione. Questa protezione è significativamente ridotta quando le donne in sovrappeso diventano obese e il grasso inizia ad accumularsi intorno alla vita” – ha precisato il Prof. Coss.

Hai esagerato con il cibo? Prova a disintossicarti

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag