Pubblicato il

Il partner si sceglie se somiglia a papà (o mamma)

Uomini e donne scelgono un ‘tipo’ ben preciso di partner, e solitamente assomiglia alla loro mamma o al loro papà

assomiglia
istockphotos

Ogni tanto avete la sensazione di rivedervi in vostra suocera o vostro suocero? E’ probabile che accada, non negatelo. E se non ve ne siete ancora accorti, fateci caso. Non è una leggenda metropolitana quella secondo cui tendiamo a scegliere un partner che assomiglia ad uno dei nostri genitori. Lo confermano diversi esperimenti scientifici, tra cui quello della Charles University di Praga, pubblicato sulla rivista Evolution and Human Behaviour (lo riporta il Daily Mail). Uomini e donne scelgono un ‘tipo’ ben preciso di partner, e solitamente assomiglia alla loro mamma o al loro papà.

Assomiglia a papà? Allora mi piace

Lo studio è stato condotto prendendo a campione 1900 persone eterosessuali. Sono state considerate le loro relazioni passate e presenti, ma solo quelle ‘importanti’. La ricerca infatti puntava a verificare il nesso tra scelta del partner e somiglianza coi genitori solo in un’ottica di relazione a lungo termine, non avventura o scappatella. Il presupposto è quello secondo cui abbiamo un ‘imprinting’ ben preciso che ci fa scegliere secondo alcuni canoni.

In particolare, il colore dei capelli e la forma degli occhi sarebbero i tratti in comune più evidenti. Ma attenzione, parliamo di tratti somatici che i genitori avevano in giovane età – quindi senza considerate capelli grigi o segni del tempo che modificano il contorno occhi, per esempio. Ai ricercatori è bastato confrontare le immagini dei genitori dei soggetti e i loro partner per rendersi conto che si tende a scegliere una persona del sesso opposto simile a mamma o a papà. Tuttavia, questo accade in maniera più spiccata se il rapporto genitori-figli è stato buono, stretto, sereno. In particolare le donne tendono meno a scegliere uomini somiglianti a papà se il genitore è stato assente durante la loro infanzia.

Crescendo, interiorizziamo i tratti dei nostri genitori come quelli che rappresentano sicurezza, affidabilità, affetto, amore, salute. E inconsciamente diventano i nostri ‘standard’. Non si tratta infatti solo di giudizi estetici, ma di cercare in quei tratti somatici delle qualità. Inoltre, è molto probabile che i figli saranno a loro volta simili ai propri genitori, consolidando una sorta di genetica generazionale. Questa è probabilmente un’altra delle ragioni per le quali siamo portati a scegliere partner simili ai nostri genitori.

Secondo un’altra ricerca sarebbe invece il fratello a fare da modello standard nelle donne.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag