Pubblicato il

Influenza, come evitare il contagio in casa

Quando la dolce metà ha la febbre, potrebbe essere un problema. Bastano piccoli accorgimenti per prevenire malanni stagionali

influenza stagionale
Courtesy of©dima_sidelnikov/iStock

Con il primo freddo arrivano anche i primi malanni. Misurarsi con una fastidiosa influenza stagionale è cosa comune. Nonostante i mille accorgimenti, ovvero coprirsi al punto giusto, evitare di uscire sudati dalla palestra etc., può capitare lo stesso di ammalarsi.

A volte la minaccia non viene da fuori ma è proprio dentro casa. Se infatti si condividono gli spazi, e non solo, con il proprio partner o con un coinquilino malato ecco che, volenti o nolenti, si ha a che fare con il virus dell’influenza. Ridurre il rischio di contagio è possibile. Il Business Insider, a tale proposito, ha raccolto una serie di consigli utili per vivere in salute.

Influenza stagionale, quando la minaccia è in casa

In primis, al fine di scongiurare di imbattersi in una brutta influenza stagionale, si potrebbe ricorrere al vaccino antinfluenzale. Oltre a prevenirla, può anche aumentare l’immunità e rendere, in caso di malanno, la febbre meno aggressiva. Generalmente, la stagione influenzale inizia a ottobre: quindi si è ancora in tempo per prendere provvedimenti.

Sei malato? Meglio prendere le distanze…

La trasmissione dell’influenza può avvenire quando una persona infetta parla, tossisce, starnutisce o semplicemente respira vicino a qualcun altro. Ebbene sì, il virus può essere trasmesso attraverso l’aria. Il modo più semplice per evitare di ammalarsi? Mantenere le distanze.

Quando l’influenza è in corso, per igienizzare la casa e contribuire al benessere è necessario ricorrere a un buon disinfettante. Se non si dispone di un prodotto specifico, è possibile crearlo da soli mescolando 1/4 tazza di candeggina e un litro di acqua. Così facendo è possibile evitare che la propria abitazione si trasformi in un covo di batteri.

Lavare le mani oppure usare un disinfettante

Mai dimenticarsi poi di lavare, in maniera accurata, le mani. Una e più volte. Se non si ha accesso a un lavandino, con tanto di acqua calda e sapone, allora i disinfettanti per le mani a base di alcol possono essere una valida opzione.

La mani andrebbero lavate dopo aver toccato gli abiti, i piatti e tutti gli oggetti appartenenti alla persona malata. Attenzione però: quando si asciugano le mani mai usare lo stesso asciugamano del malato. Meglio avvalersi di quelli in carta usa e getta.

Hai freddo? Prova a scaldarti con un simpatico infusore

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag