Pubblicato il

Ashley Madison, è ancora “boom” per il sito n°1 per infedeli

Il famosissimo sito di dating online conta migliaia di nuovi utenti ogni giorno. Cosa c’è dietro questo fenomeno?

chat di Ashley Madison, infedeltà, matrimonio, crisi
iStock

Un autentico successo. Purtroppo. Il sito di dating online n°1 per gli infedeli di tutto il mondo, quello di Ashley Madison, opera in 50 paesi diversi e in 17 lingue. E, nonostante la violazione dei dati avvenuta nel 2015, le persone continuano a iscriversi. Ruben Buell, direttore del sito, sostiene che questo il modo migliore per avere una relazione “extra”, perché la discrezione è garantita. In un’intervista al Business Insider, poi, sottolinea:

“È la natura umana. Se ti iscrivi ad Ashley Madison, non devi pensarlo come un tradimento, ma come l’esternalizzazione della tua vita sessuale”. Praticamente un sinonimo edulcorato. Poi prosegue: “Nel 2018 ci aspettiamo che i nostri partner diventino tutto per noi. Devono essere i miei migliori amici, devono essere sessualmente compatibili, devono essere bravi a convivere. Dobbiamo avere la stessa visione delle finanze, gli stessi hobby, gli stessi interessi … C’è così tanta pressione su quella relazione, tutto deve essere giusto. E, a volte, la stragrande maggioranza è giusta, ma forse c’è qualcosa che non lo è.”

Ashley Madison, le ragioni di questo (ahimé) successo

Questo è uno dei motivi per cui Ashley Madison attualmente vede 20mila nuove iscrizioni e oltre 40mila conoscenze. Ogni giorno. Nonostante la perdita dei dati, dicevamo. Buell ha sottolineato che la società ha dovuto concentrarsi sulla sicurezza e sulla privacy. E ora si rende conto di quanto sia importante mantenere le informazioni dell’utente al sicuro.

Poi spiega le ragioni di questo fenomeno. Le persone, secondo lui, non tradiscono perché vogliono terminare la loro relazione, bensì per esternalizzare la loro vita sessuale. Insomma, per star meglio. La conferma arriva anche dalla ricerca della sociologa Alicia Walker. Secondo lei, infatti, si tradisce “per rimanere insieme”. Un’ottica, questa, soprattutto femminile. Le intervistate, infatti, hanno lamentato relazioni senza sesso. O senza (il loro) orgasmo. E, per evitare lo sfinimento, che provocherebbe la fine anche della relazione e della famiglia, che spesso comprende anche i figli, “hanno bisogno” di qualcosa di fisico.

Questa trasparenza aiuta ad avere rapporti più sinceri e onesti. Insomma, chiari sin da subito. “Molte relazioni nate su Ashley Madison partono da una base di onestà. Quindi si tratta di persone che davvero non stanno cercando di nascondere nulla”. Questo, da un lato, aiuta a non prendere in giro nessuno. Non alimentando, quindi, giochi e trabocchetti. Poi Ruben conclude così. “Penso che a un certo punto capiamo che la vita non è esattamente la fiaba che ci è stata raccontata quando eravamo piccoli. La vita è reale. I nostri utenti medi hanno dai 30 ai 40 anni. Hanno vissuto la loro vita, e a volte hanno capito che devono fare qualcosa in più per se stessi “.

Ma è diventato tutto così banale?

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag