Pubblicato il

Malessere psicologico, le categorie sociali meno a rischio

I rimedi al malessere psicologico sono anche nel cercare di far bene agli altri: ecco perché

Malessere psicologico
iStock

Il malessere psicologico, la solitudine, l’ansia, sono i mali del nostro tempo. A tutti capita di poterne soffrire una volta nella vita e se da un lato esistono le cure specializzate dall’altra la ricerca sottolinea le categorie sociali meno a rischio di ammalarsi.

LEGGI ANCHE: SINGLE’S DAY, COME TROVARE L’ANIMA GEMELLA

LEGGI ANCHE: MODA GREEN, SI’ MA ANCORA NON ABBASTANZA

Un articolo del Daily Mail online si è occupato di questo. Sulla base di una ricerca sul tema ha evidenziato come il volontariato sia una risorsa per stare più connessi con gli altri.

Malessere psicologico: le coppie, le persone che vanno in chiesa e gli studenti laureati più votati alle relazioni sociali

Secondo l’articolo, le persone sposate, i laureati e i fedeli, sarebbero le categorie più propense a fare volontariato. E quindi, sempre secondo uno studio, meno esposte al malessere psicologico.

Al contrario neo-genitori e persone anziane sarebbero meno propense a prendere parte al volontariato. Quindi sarebbero più esposte a problematiche psicologiche. Questi risultati sono emersi da uno studio che ha coinvolto d 24 ricerche – inglesi, americane ed europee – sul volontariato.

Lo studio

Gli autori dello studio hanno così commentato la ricerca. Secondo T Jacobien Niebuur della University of Groningen: ‘Abbiamo scoperto che lo status socio economico, l’essere sposati o meno, una forte presenza sui social network, frequentare la chiesa, sono tutti fattori che aumentano la partecipazione al volontariato’.

Questi gruppi sarebbero meno a rischio di depressione e di disabilità proprio in virtù del maggiore fattore di socialità.

Insomma ancora una volta le relazioni sociali diventano determinanti per il benessere individuale. Che si tratti di volontariato puro o di un’altra attività dal profilo collettivo, la socialità aiuta a sentirsi meno soli, E, a questo punto, ad ammalarsi di meno.

Forse, prima di scegliere come passare il tempo libero è bene tenere conto anche di queste esperienze che possono essere molto positive per psiche e mente. Insomma, stare bene con gli altri è una vera e propria terapia. Pensateci bene.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag