Pubblicato il

I peggiori flop della storia del cinema in America

Ecco alcuni dei peggiori risultati al botteghino di tutti i tempi

Quali sono i maggiori flop della storia del cinema? Avere successo in sala non è facile. Bisogna azzeccare la formula, il cast, il genere in voga. Ma tutto questo non fa automaticamente un successo. Spesso il caso o una pessima campagna pubblicitaria determinano l’insuccesso di un film. Prendiamo l’esempio di Zoolander, un film che poi è diventato per moltissimi un cult. All’epoca della sua uscita registrò risultati piuttosto mediocri al botteghino, incassando appena 45 milioni di dollari in patria. Il motivo? Ebbe la sfortuna di essere una commedia programmata per il 28 settembre 2001. Esatto, appena 17 giorni dopo l’11 Settembre. Nessuno aveva voglia di ridere in America in quei giorni.

I peggiori flop della storia del cinema su suolo americano.

Ci sono altri casi di flop diventati poi successi di cassetta, come Blade Runner e Grosso guaio a Chinatown. Ma ci sono anche quei casi in cui il flop è talmente cocente che difficilmente il film avrà mai una seconda vita. Di recente è uscito in USA London Fields, un thriller interpretato da Amber Heard e Billy Bob Thornton, tratto dal romanzo “Territori londinesi” di Martin Amis. La storia è quella di uno scrittore americano (Thornton), malato terminale e affetto da blocco creativo. L’uomo giunge a Londra e scopre una storia che vale la pena di essere raccontata. Quella di una medium (Heard) che sta indagando sulla sua stessa morte, da lei prevista.

Il film ha registrato incassi disastrosi. Ha debuttato in più di 600 sale sul territorio americano, portando a casa nel primo weekend 168 mila dollari. Una media di 300 dollari a schermo! Ma non è tutto: sul celebre sito aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes, ha una media dello 0% nelle recensioni. Ovvero: non è piaciuto a nessuno.

London Fields non è però il caso più disastroso. Andiamo a esaminare i peggiori flop di film che hanno debuttato sull’intero territorio americano.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie Tempo liberoTag