Pubblicato il

Lavorare da casa, come farlo al meglio

Sempre più lavori si possono svolgere da casa. Come essere produttivi ed efficaci

lavoro da casa
istockphotos

Sono ormai tanti gli impieghi che si possono svolgere da remoto. E moltissime le aziende che permettono il lavoro da casa ai loro dipendenti. Ma se da un lato non dover andare in un preciso luogo di lavoro permette una notevole libertà, dall’altro richiede un grande sforzo per non diminuire in produttività. L’ambiente domestico è infatti zeppo di distrazioni e tentazioni (‘mi sdraio un momento’, ‘faccio la lavatrice’, ‘dico a un amico di passare per un caffè veloce’…) che un ambiente di lavoro non permetterebbe. Ci vuole molta, moltissima autodisciplina. Ecco alcuni consigli per lavorare da casa senza battere la fiacca.

Lavoro da casa, come renderlo produttivo

Innanzitutto, occorre stabilire una routine, a partire dalla sveglia. È importante svegliarsi ogni giorno alla stessa ora. Ed è ovviamente importante andare a letto sempre alla stessa ora. In ogni caso, evitate di trasgredire già il lunedì, o rischiate un ‘effetto domino’ durante gli altri giorni. Inoltre, è utile seguire una pianificazione delle cose da fare la mattina. Portare fuori il cane, andare a correre, fare il bucato o simili. Solo dopo ci si può mettere a lavorare. Il nodo cruciale è non avere più distrazioni da quando si inizia a lavorare. Anche se si comincia alle 11. Meglio cominciare tardi ed essere produttivi piuttosto che iniziare presto e poi avere mille scuse per staccare.

Qualsiasi sia il vostro lavoro, fare pause ogni tanto è molto importante. Specialmente se state al monitor del computer tutto il giorno. Il cervello e gli occhi devono riposare. Fare 10 minuti di pausa ogni 2 ore aumenta la produttività, riducendo drasticamente i momenti di calo dell’attenzione. In cui magari si naviga sul web a casaccio. Molto utile è tenere i social lontani. Spesso per chi lavora da remoto le chat e le mail sono un importante contatto con colleghi e/o clienti, uffici vari, collaboratori. È bene limitarsi ad usarli solo se strettamente necessari. Se si hanno scadenze importanti può essere molto utile chiudere la casella di posta e allontanare il cellulare.

Le abitudini che aiutano

È importante bere molta acqua, almeno 1 bicchiere ogni ora. Tiene svegli (spesso più di un caffè), idrata, e ti fa sentire bene. Mangiare bene inoltre è davvero cruciale per non sentirsi appesantiti e addormentati. Il divano è a pochi metri, quindi stare leggeri a pranzo può davvero fare la differenza. Naturalmente indulgere in uno snack o due durante la giornata è altrettanto utile. Premiarsi fa bene, e una piccola infusione di zuccheri attiva il cervello. Infine, è importante anche imparare a staccare. Se non avete consegne che vi impongono di rimanere incollate al computer, datevi un orario dopo il quale il lavoro è finito. Infatti il lavoro da casa dà una notevole libertà in termini di routine, ma l’altro lato della medaglia è che si rischia di non chiudere mai. Imponetevelo.

Infine, due aspetti che sembrano dettagli ma possono influire molto sulla produttività. Createvi uno spazio ufficio comodo, funzionale, luminoso, piacevole. E non cedete alla tentazione dell’eterno pigiama: avere cura di sé migliora l’umore e l’autostima. Non serve mettere il tailleur certo, ma essere presentabili fa sentire bene.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag