Pubblicato il

Tradire il partner in vacanza. Differenze tra uomini e donne

Solo la metà degli uomini concorda sul fatto che un bacio conti come un tradimento. E i tre quarti delle donne pensa lo stesso.

tradire in vacanza
@istockophoto

Tradire significa cose diverse per persone diverse. Per alcuni, è un incontro civettuolo o un divertimento lussurioso. Altri hanno un approccio molto più liberale, vedendo solo le forme più evidenti di adulterio come valide, come dormire con qualcun altro. Secondo una nuova ricerca, sembra che la metà dei giovani rientri nella seconda categoria. Sopratutto durante un viaggio o una vacanza.  A differenza del 73% delle donne, infatti, non classificano i baci come tradimento. Lo stesso numero ha anche affermato di non ritenere che neanche il cyber sesso si possa considerare tradimento, rispetto al 75% delle donne.

Uomini e donne diversi nel tradire

L’esperto di incontri James Preece suggerisce che i risultati potrebbero essere in linea con i diversi modi in cui gli uomini e le donne di solito si intrattengono nell’intimità. Come ha dichiarato a The Indipendent, non importa se sei uomo o donna. Se baci un’altra persona e non pensi che sia tradire, questo indica una fondamentale mancanza di rispetto per il proprio partner e la relazione stessa. Quando non ci si interessa abbastanza delle proprie azioni e di come reagirà il partner allora si sta con la persona sbagliata.

Approfondisci l’argomento con libri sul tradimento

Il sondaggio è stato condotto da BBC Radio 5 Live ed ha incluso i dati provenienti dalle risposte di 2.066 adulti britannici. Il dato più impressionante è che il 91% delle persone considererebbe il dormire con qualcuno che non fosse il proprio partner. Le linee si offuscano, però, quando si parla di altre forme di approcci con qualcun altro. Come ad esempio la navigazione su un’app di appuntamenti, che il 40% degli intervistati ha dichiarato sia come tradire. Quando si sta in vacanza, complici la libertà e il divertimento, è ovviamente più semplice cadere in un tradimento. Bisogna capire cosa la coppia consideri lecito e cosa no.

E’ inoltre stato chiesto alle persone di esprimere opinioni sull’educazione sessuale. E’ emerso che il primo rapporto si ha intorno ai 17 anni. Senza menzionare il cyberbullismo, i problemi LGBT o la pornografia. Il 47% delle persone ha dichiarato che l’educazione sessuale scolastica non li ha preparati adeguatamente sulle scoperte sessuali. Questo è un risultato importante in quanto si fa luce sull’importanza di migliorare l’educazione sessuale e di affrontare alcuni tabù.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ViaggiTag